Valentina Spata

Abitata da oltre 2.000 anni da diverse civiltà mediterranee, Malaga è oggi una città che unisce tradizione e modernità. Fenici, Greci, Cartaginesi, Romani, le principali civiltà mediterranee hanno trovato, oltre due millenni fa, un’enclave privilegiata per la creazione di rotte commerciali, grazie alla posizione strategica del suo porto. L’Alcazaba (VIII-XI secolo) è, oltre a uno dei simboli della città, una delle più grandi roccaforti arabe dell’Andalusia. Sotto lo sguardo vigile del Castello di Gibralfaro, si trova una città vivace, piena di luoghi incantevoli, il suo status di capitale della Costa del Sol la rende una delle destinazioni turistiche più importanti della Spagna. Dal 2008 è stato creato l’Osservatorio turistico della città di Malaga su iniziativa del Dipartimento del Turismo in collaborazione con l’Università. L’obiettivo di questo rapporto statistico, di carattere annuale, è quello di conoscere in modo completo e integrato le scelte e il profilo del visitatore. Con questo studio si ottiene un dettagliato follow-up dei principali parametri che definiscono lo sviluppo dell’attività turistica nella città di Malaga. Gli ultimi dati mostrano risultati sorprendenti. Le strutture alberghiere della capitale hanno raggiunto un tasso di occupazione dell’88% lo scorso luglio con quasi 258.000 pernottamenti...

L'articolo è disponibile in forma integrale solamente per i Soci abbonati a "Pagine della Dante" e "Apice".

La preghiamo di effettuare l'accesso all'area riservata o di sottoscrivere un nuovo tesseramento.


Se è già Socio della Dante, ma non è in possesso delle credenziali per accedere all'area riservata la preghiamo di compilare questa scheda.