Nel settimo Congresso della Dante Alighieri, tenutosi a Bologna nel novembre 1896, Pasquale Villari veniva eletto, all’unanimità, a nuovo presidente, essendo Ruggero Bonghi, primo presidente del Sodalizio, morto il 22 ottobre 1895.  Il nuovo presidente della Dante Alighieri inviava la seguente lettera ai Comitati locali, rivolgendo ad essi il saluto inaugurale e tracciando gli scopi essenziali della Società.

...

Nell’assumere la Presidenza della Società Dante Alighieri, io sento il dovere di rivolgere una parola di saluto e di ringraziamento ai Comitati locali, dai cui rappresentanti ebbi l’onore di essere eletto. Questo onore diviene per me assai maggiore, facendomi succedere ad un uomo illustre quale fu Ruggero Bonghi, il cui poderoso ingegno, la febbrile attività, il costante patriottismo furono e sono una gloria del nostro paese. Nei suoi mirabili discorsi egli più volte espose con tanta eloquenza e chiarezza lo scopo vero della nostra Associazione, che sarebbe ora una vera presunzione il fermarsi di nuovo lungamente a discorrerne. Ricordando le sue parole, noi tutti ci sforzeremo piuttosto d’imitarlo, continuando, come meglio sapremo, nella via da lui così luminosamente percorsa finché visse.

Quello che ora principalmente importa, secondo anche la deliberazione del Congresso di Bologna, è di aumentare il numero dei nostri Comitati all’interno ed all’estero. Nell’interno noi dobbiamo adoperarci perché ogni città abbia il suo Comitato; all’Estero noi dobbiamo cercare, che ogni centro di vita italiana fuori del Regno abbia una rappresentanza sociale, che riunisca i connazionali separati dalla patria comune, e li mantenga in relazione con essa. E sarà tanto più agevole il riuscire in questo intento quanto più faremo conoscere lo scopo, il carattere vero della nostra Associazione ai molti, che non ne hanno ancora un’idea chiara e precisa...

L'articolo è disponibile in forma integrale solamente per i Soci abbonati a "Pagine della Dante" e "Apice".

La preghiamo di effettuare l'accesso all'area riservata o di sottoscrivere un nuovo tesseramento.


Se è già Socio della Dante, ma non è in possesso delle credenziali per accedere all'area riservata la preghiamo di compilare questa scheda.