"Il volume finale espressamente dedicato ad una «ricostruzione visuale» dell'italiano (per riprendere le parole di Luca Serianni nell’intervento di presentazione dell’opera) non rappresenta naturalmente un passivo maggio all'attuale «società dell'immagine». Le ragioni sono da rintracciare semmai nella profonda convinzione dell’importanza dell’iconografia nella divulgazione scientifica, anche, e a maggior ragione, per un tema astratto come appunto la lingua. Questo volume, e la collana a cui appartiene, s’inserisce del resto all'interno di un più ampio progetto divulgativo dall'impronta chiaramente riconoscibile, che ha preso avvio a Firenze nel 2003 con la grande mostra Dove il sì suona, è continuato con la sua riedizione zurighese del 2005 e con la versione itinerante per molte città italiane ed europee (tra cui Cosenza, Savona, Bolzano, Tirana, Berlino, Varsavia), è quindi proseguito con l’allestimento fiorentino della mostra Una di lingua nel 2011 nell'ambito delle celebrazioni dell'Unità d'Italia ed è ora proiettato verso la costituzione di un museo permanente dell'italiano". [Dall’introduzione dela curatrice]

Collana: Storia della lingua italiana per immagini [direzione scientifica di Luca Serianni]

Autore: Lucilla Pizzoli (a cura di)

Editore: Società Dante Alighieri / Edimond