fbpx

Di Emanuela Gregori

La lingua italiana è stata riconosciuta ufficialmente dalla Repubblica Argentina nel gennaio del 1900. Pochi anni dopo, nel ’17, il Presidente H. Irigoyen approvò l’insegnamento dell’italiano come d’obbligo nelle Scuole Medie e nei Licei argentini. La parabola della diffusione del nostro idioma in argentina ha poi subìto un duro arresto. Nonostante sul finire del secolo sia caduto in disuso, la lingua italiana non ha mai smesso di essere parlata e studiata nel Paese anche grazie alle molte istituzioni italiane, per lo più private, che hanno mantenuto vivo l’interesse per la lingua di Dante...

L'articolo è disponibile in forma integrale solamente per i Soci abbonati a "Pagine della Dante" e "Apice".

La preghiamo di effettuare l'accesso all'area riservata o di sottoscrivere un nuovo tesseramento.


Se è già Socio della Dante, ma non è in possesso delle credenziali per accedere all'area riservata la preghiamo di compilare questa scheda.