fbpx

Di Valeria Noli

La comunicazione, strumento strategico centrale per le organizzazioni contemporanee, diventa indispensabile per Istituzioni come la Società Dante Alighieri, presente in 79 Paesi del mondo, oltre all’Italia. Nel costante dialogo tra la nostra cultura e le diversità culturali dei Paesi nei quali i nostri Comitati operano è dunque fondamentale che l’Istituzione voluta da Giosue Carducci resti al passo coi tempi senza perdere di vista il primo articolo dello Statuto della Dante, che prevede azioni “per la tutela e la diffusione della lingua e della cultura italiane nel mondo, ravvivando i legami dei connazionali all’estero con la madre patria e alimentando tra gli stranieri l’amore per la cultura, la civiltà e la lingua italiana”...

L'articolo è disponibile in forma integrale solamente per i Soci abbonati a "Pagine della Dante" e "Apice".

La preghiamo di effettuare l'accesso all'area riservata o di sottoscrivere un nuovo tesseramento.


Se è già Socio della Dante, ma non è in possesso delle credenziali per accedere all'area riservata la preghiamo di compilare questa scheda.