pasquini

Nato a Padova nel 1935, laureatosi a Bologna in Letteratura italiana nell’anno accademico 1955-56,  professore di ruolo nei licei dal 1959 al 1961, poi comandato al Centro studi di filologia italiana presso l'’Accademia della Crusca nel quinquennio 1961-66; assistente di ruolo nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell'’Università di Bologna dal 1966, professore incaricato (poi stabilizzato) di Storia della lingua italiana (dal 1968) e di Lingua e letteratura italiana (dal 1971). Libero docente di Letteratura italiana dal 1967 e coordinatore (nel triennio 1986-89) della Scuola di Dottorato in Italianistica con sede amministrativa in Bologna, dal 1975 professore ordinario di Letteratura italiana nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell'’Università di Bologna, è stato dal 1996 al 2002  Direttore del Dipartimento di Italianistica dello stesso Ateneo ed è ora, dal 2011,  professore emerito della stessa università.Nato a Padova nel 1935, laureatosi a Bologna in Letteratura italiana nell’anno accademico 1955-56,  professore di ruolo nei licei dal 1959 al 1961, poi comandato al Centro studi di filologia italiana presso l'’Accademia della Crusca nel quinquennio 1961-66; assistente di ruolo nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell'’Università di Bologna dal 1966, professore incaricato (poi stabilizzato) di Storia della lingua italiana (dal 1968) e di Lingua e letteratura italiana (dal 1971). Libero docente di Letteratura italiana dal 1967 e coordinatore (nel triennio 1986-89) della Scuola di Dottorato in Italianistica con sede amministrativa in Bologna, dal 1975 professore ordinario di Letteratura italiana nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell'’Università di Bologna, è stato dal 1996 al 2002  Direttore del Dipartimento di Italianistica dello stesso Ateneo ed è ora, dal 2011,  professore emerito della stessa università.Presidente (dal 1986 al 2014) della Commissione per i testi di lingua, socio effettivo dell'’Accademia delle Scienze dell'’Istituto di Bologna, socio corrispondente dell’Istituto Lombardo di Scienze e Lettere, dell'’Accademia dell'’Arcadia in Roma, del Centro di studi muratoriani in Modena, della Società Torricelliana di Scienze e Lettere di Faenza,  dell'’Accademia Pascoliana di San Mauro e della Deputazione di Storia Patria per le Province di Romagna, socio ordinario della Società internazionale di Studi Francescani e dell'’Accademia degli Incamminati di Modigliana, membro onorario (dal giugno 2005) della “Dante Society of America”, è stato allievo di Raffaele Spongano, di Umberto Bosco e di Gianfranco Contini. Da vari anni membro del comitato di consulenza di "“Italianistica"”, è dal 1994 condirettore (prima accanto a Giancarlo Susini, poi con Giuseppe Sassatelli) della rivista "“Il Carrobbio"”  e dal maggio 1995 direttore degli "“Studi e problemi di critica testuale"”.  Il 26 settembre 2007 è stato eletto Presidente della Società dantesca italiana (carica di breve durata, fino al 2009); dal 2013 al 2016 è stato Presidente dell’Accademia delle Scienze dell’Istituto di Bologna; dal 2014 è socio corrispondente dell’Accademia dei Lincei. Nel 2014 ha ricevuto dalla città di Recanati il premio “Giacomo Leopardi”.E'’ stato Visiting Professor nelle Università di Perth (1974), Los Angeles UCLA (1986), Montréal (1988), Yale a New Haven (1990), Oxford (2001), e ha tenuto cicli di lezioni in varie altre Università, italiane e straniere, fra cui Paris VIII, Oxford, Odense,  Dakar, Erevan e (a più riprese, in quanto coordinatore della relativa Convenzione col nostro Ateneo) Gent in Belgio.

La Commedia, un colpo d’occhio

1   Introduzione
2   Composizione e diffusione
3   Assenza di varianti
4   Scelte testuali
5   Punteggiatura
6   Contraddizioni e pentimenti
7   Magia dei suoni
8   Semantica dantesca
9   Dante uomo
10 Il De rerum natura
11 L’orologio cosmico