Segui la diretta dell'83° Congresso Internazionale a Buenos Aires

IN EVIDENZA

Con i video saluti del Presidente della Repubblica Argentina Mauricio Macri e del Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella si è aperto ieri nel Campus della Universidad Católica Argentina di Buenos Aires l’83° Congresso Internazionale della Società Dante Alighieri.

Vai al comunicato stampa

QUASI UN DIARIO DI VIAGGIO di Lamberto Lambertini
Perdersi tra i muti monumenti di Staglieno. Questo s'era deciso da prima, a tavolino. Nell'attraversare la soglia della morte, anche Dante tentenna. Vorrebbe tornare indietro. Virgilio lo scuote, il gran viaggio può avere inizio. Ma che paura! Anche per noi. Ci ha pensato Mazzini, a convincerci, lui che ancora sembra governare, dall'alto dell'ombrosa collina, sul divino silenzio delle tombe.

II - MARMO (Genova)
Cimitero monumentale di Staglieno
E' un vero e proprio museo d'arte all'aria aperta dell’arte funeraria otto-novecentesca, un tesoro di scultura neoclassica, neogotica e liberty. Realizzato a metà Ottocento è caratterizzato da un susseguirsi di portici, sculture, cappelle e da un imponente Pantheon sulla sommità di una lunga scalinata.
Genovesi illustri riposano nello splendido cimitero: da Giuseppe Mazzini a Fabrizio De Andrè, da Nino Bixio a Ferruccio Parri.

 

Sinossi a cura di Aldo Onorati
È il venerdì santo, verso il tramonto del giorno. La scena si delinea sul pendio lieve del colle della Grazia. Dante si prepara, unico fra i vivi, a fare il periglioso ma inevitabile viaggio nel regno dei morti, agli inferi. I primi 6 versi descrivono il calare della sera, quando l’oscurità toglie dal lavoro gli esseri viventi, mentre lui soltanto si “apparecchiava a sostener la guerra/ sì del cammino e sì della pietate, /che ritrarrà la mente che non erra” (v. 4-6).
Il lettore si dovrà abituare alle invocazioni da parte del Poeta alle muse (e poi alla stessa divinità impersonata da Apollo nel I canto del Paradiso), affinché lo assistano a tenere a mente quanto vedrà di eccezionale, per poterlo narrare ai contemporanei e ai posteri. Si viene man mano delineando una missione speciale, che Dante pellegrino ancora non intende, né forse sospetta. Infatti, rivolge a Virgilio alcuni dubbi per venire rassicurato da lui sui pericoli e le possibilità di compiere un viaggio insolito, realizzato soltanto da uomini eccezionali quali Enea e san Paolo, ma essi perseguivano fini superiori: politici il troiano, religiosi Paolo di Tarso. “Ma io, perché venirvi? O chi ‘l concede? / Io non Enea, io non Paulo sono;/ me degno a ciò né io né altri crede” (v. 31-33), dice Dante, indirettamente ponendo le basi della sua importanza provvidenziale, perché a lui sarà affidato il compito di mettere per iscritto la propria esperienza al fine di salvare l’umanità dai rischi del peccato (Gioachino da Fiore parla dell’eEà dello Spirito, infatti).
È dunque necessario che Virgilio, a questo punto, parli chiaro. Mentre si trovava nel Limbo, giunse a pregarlo personalmente Beatrice, mossa da un trepido amore, affinché il grande saggio antico –che Dante ammirava quale Maestro –ponesse i suoi servigi e le capacità di persuasione finalizzati alla salvazione del Fiorentino. Inoltre, Virgilio rincara la dose, stringendo il Poeta smarrito dentro un cerchio da cui non può fuggire: la Vergine Maria, e santa Lucia di cui Dante era doevitissimo in seguito a una grave malattia agli occhi, avevano persuaso Beatrice a correre in aiuto del suo amico che l’aveva così tenacemente amata in vita.
La volontà di entrambi è una: procedi –afferma l’Alighieri, rivolto alla Guida, al Signore e al Maestro.
Appena Virgilio si mosse, il discepolo entrò con lui nel cammino arduo e selvaggio.

Le nostre scuole di italiano

Scuola di BolognaScuola di FirenzeScuola di MilanoScuola di RomaProfilo TO

Le pillole della Dante

Le pillole della Dante

La Dante al Premio Strega

Premio Strega

Le nostre riviste

Pagine2017 04 s    apice2017 03 s

#dantemania

#dantemania

750 anni di Dante

Dante ha 750 anni, ma noi continuiamo a leggerlo e ci prepariamo, con #Dantemania, alle celebrazioni dantesche del 2021. Inizia nel 2015 il conto alla rovescia per i settecento anni dalla morte di Dante Alighieri, uno dei poeti italiani più studiati e amati #italofonia

In primo piano:

ArtWireless

bannerAW

La cultura viaggia senza fili

Progetto online di informazione per l'arte, idea di cultura che viaggia senza fili e prodotto utile al sistema museale pubblico e privato, agli studiosi, ai collezionisti, agli artisti, ai galleristi e a tutti gli amanti della cultura desiderosi di conoscere ciò che accade nel mondo dell'arte.

In primo piano:

I Parchi Letterari®

logoParchiLetterari

Scopri i Parchi Letterari® Italiani

Accade a volte di sognare tra le pagine di un libro; ma che ne direste se ad avvolgersi attorno a voi fosse un intero Parco Letterario? Scopri i nostri percorsi ed itinerari attraverso i luoghi di vita e di ispirazione dei grandi scrittori di tutti i tempi.

In primo piano: