fbpx
Mercoledì 7 ottobre 2015, ore 18.00, Palazzo Firenze (Piazza Firenze 27) Roma. Con la partecipazione del critico letterario Filippo La Porta 
 

Mostre, proiezioni, incontri, conferenze, spettacoli di teatro, musica e danza, ma anche “performance” artistiche e letture pubbliche. A quarant’anni di distanza dalla morte, tutta Italia si appresta a ricordare e celebrare Pier Paolo Pasolini, venuto a mancare in tragiche circostanze il 2 novembre 1975. Da Bologna a Milano, passando per Roma e la Sicilia, ecco gli eventi che nei prossimi sei mesi avranno come protagonista la figura dell'indimenticato artista ed intellettuale.

L'Italia vista dallo spazio è una distesa di luci. Metaforicamente, tra queste luci troviamo anche gli esempi di simpatia, o #italsimpatia, degli italiani che vivono all'estero. Siamo un popolo di creativi e poeti, siamo apprezzati per la nostra simpatia. Ma quanti sono i nostri connazionali che hanno lasciato l'Italia lo scorso anno? Le stime oscillano.

Prenderà le mosse dal cinema la rassegna “La parola che non muore” che, con la collaborazione della Società Dante Alighieri e altri enti, animerà le vie di Civita di Bagnoregio dal 2 al 4 ottobre: saranno ospiti dell’evento, diretto da Massimo Arcangeli e Giancarlo Liviano D’Arcangelo, i due sceneggiatori, Francesca Serafini e Giordano Meacci, che insieme a Claudio Caligari – il regista scomparso a maggio – hanno firmato Non essere cattivo, il film che rappresenterà l’Italia agli Oscar del prossimo anno.