Una proposta di riforma dell’art.1 della Costituzione

Roma 1 luglio 2014 - “La Repubblica Italiana riconosce la bellezza quale elemento costitutivo dell’identità nazionale, la conserva, la tutela e la promuove in tutte le sue forme materiali e immateriali: storiche, artistiche, culturali, paesaggistiche e naturali”. Potrebbe continuare così l’articolo 1 della Costituzione italiana, a completamento dei due commi che sanciscono rispettivamente il lavoro come valore fondante della Repubblica, la sua democraticità e la sovranità popolare.

Dal 19 al 21 luglio nelle Valli del Pasubio

Si celebrerà nelle giornate del 19, 20, 21 luglio la commemorazione ufficiale del centenario della Grande Guerra sul Monte Pasubio con interventi di importanti cariche istituzionali e degli sponsor che hanno permesso la realizzazione di un evento di rilevanza internazionale. L'artista Marco Nereo Rotelli e l'architetto Carlo Costa, direttori del progetto inaugurale, hanno elaborato, in sintonia e stretta collaborazione con il sindaco di Valli del Pasubio, Armando Cunegato, un variegato programma, che prevede un incontro fra le arti per diffondere un messaggio di solidarietà e dialogo tra i popoli. Coordina la manifestazione l'architetto Elena Lombardi, direttrice dell'associazione culturale Art Project, che curerà tutti gli aspetti organizzativi.

In programma il 19 luglio la cerimonia di premiazione

Pontremoli ospita anche quest’anno la cerimonia di selezione finale del Premio Bancarella, giunto alla sua 63ma edizione. Il nome del vincitore sarà reso noto nella serata di domenica 19 luglio, all’ombra della torre medievale di Cacciaguerra e andrà ad aggiungersi alla lista degli Autori che, nel tempo, hanno già ricevuto lo speciale riconoscimento: da Hemingway a Pasternek, dalla Fallaci a Biagi, da Cassola a Eco, da Camilleri a Carofiglio.

Presentato il rapporto annuale di Federculture: torna a crescere la spesa in attività culturali delle famiglie italiane + 2%

Il rapporto annuale di Federculture (federazione delle aziende culturali italiane) presentato nella sala dell'Accademia di Santa Cecilia a Roma, intitolato Cultura, identità e innovazione: la sfida del futuro, contiene una preziosa prefazione del presidente della Repubblica Sergio Mattarella che interpreta, attraverso la parola cultura, un comune desiderio di riscatto, leitmotiv dell’intero volume. Nel suo intervento sottolinea a gran voce “ecco cos’è la cultura; il nostro sguardo verso il domani. Senza cultura saremmo dominati dal presente, dal contingente. E saremmo meno liberi”.