Personaggi citati
Platone
(Plato) Pg. III, 43; Pd. IV, 24

menu dei personaggi citati
menu principale


(Atene 427-347 a.C.) Filosofo greco, Platone, proveniente da famiglia aristocratica, fu allievo e poi amico di Socrate.
Nel 387 fond˛ ad Atene l'Accademia, scuola filosofico-religiosa per il culto delle Muse, e le sue opere in larga misura tramandano ed ampliano il pensiero socratico.

E' dall'insegnamento di Socrate che Platone eredita il senso dell'importanza della conoscenza per la vita dell'uomo, polemizzando con i sofisti, che centrano la loro attenzione sulla retorica, che produce persuasione ma non conoscenza. Platone ritiene che la virt¨ vada identificata con il possesso della scienza.
Socrate e Platone fondarono secondo Dante, sulla scorta di Cicerone, la filosofia morale (Convivio Iv vi 13-16). Dante conobbe il pensiero di Platone dalla tradizione latino-cristiana: Cicerone, S. Agostino, Isidoro di Siviglia.

vedi:

PLATONE Inf. IV,134
Cerchio 1-Limbo, Spiriti Magni