Il prof. Andrea Riccardi, Presidente della Società Dante Alighieri, ricorda Umberto Eco, recentemente scomparso. “Ho avuto il piacere di conoscere Umberto Eco e di dialogare con lui sia di persona sia in occasione di eventi pubblici ai quali siamo stati invitati. Grande uomo di cultura e di impegno civile, è stato un testimone del nostro tempo in grado di interpretare la realtà, alla luce di un umanesimo attento alla persona, e comprenderne la complessità. Esponente autorevole della cultura italiana riconosciuto in tutto il mondo, ha espresso pienamente, con rigore scientifico ed ironia, quella “italianità” riconosciuta e apprezzata all’estero”. Umberto Eco ha partecipato nel 2011 al progetto “La lingua italiana fattore portante dell’identità nazionale” promosso dalla Dante Alighieri e sostenuto dalla Presidenza della Repubblica, mettendo in luce il grande ruolo della lingua italiana nella creazione dell’identità del Paese.