II Forum degli scrittori italiani e cinesi

Roma, 25 novembre – Palazzo Firenze, P.zza di Firenze, 27 - Roma
Autori e studiosi si interrogano sul ruolo della letteratura come luogo di incontro interculturale.

Lo scambio fra due esperienze letterarie, quella italiana e quella cinese, sarà al centro dell’incontro che si svolgerà il prossimo 25 novembre a Roma, presso la sede della Società Dante Alighieri. Il forum della letteratura sino-italiana, promosso da Società Dante Alighieri, Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, Ufficio culturale dell’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia e Associazione degli scrittori cinesi, alla sua seconda edizione, avrà come focus degli interventi l’esperienza letteraria come luogo d’incontro interculturale e vedrà l’avvicendarsi di quattro tra gli scrittori cinesi più noti sia in Cina che all’estero, le cui opere sono state pubblicate in varie lingue: Wang Shan, Chen Shucai, Sheng Keyi e Ning Minqing. A questi si alterneranno, nelle due sessioni previste, gli scrittori italiani Giordano Meacci, Alessandro Perissinotto, Christian Raimo e Chiara Valerio, scelti dalla Fondazione Bellonci tra quelli che hanno mostrato più attitudine a riflettere sul ruolo della letteratura nel mondo globalizzato e a dialogare con le tradizioni letterarie di altri Paesi.

All’apertura dei lavori, prevista per le ore 10, seguiranno gli interventi di saluto dell’Amb. della Repubblica Popolare Cinese in Italia Li Ruiyu, del Presidente della Società Dante Alighieri Andrea Riccardi, del Presidente della Fondazione Maria e Goffredo Bellonci Tullio De Mauro e del Segretario Generale dell’Associazione degli Scrittori Cinesi Bai Gengsheng, il quale, insieme al Componente del Dipartimento delle relazioni internazionali dell’Associazione Wu Xinwei, guiderà la delegazione degli scrittori cinesi.