«Andrea Camilleri aveva un dono speciale, perché sapeva raccontare storie. Con la sua scomparsa, il mondo della cultura italiana e mondiale ha perso un grande umanista e uno straordinario testimone del Novecento. Dalla sua visione creativa sono nati personaggi come quello di Montalbano, che ha appassionato lettori di tutte le generazioni attraverso una visione positiva dell’Italia.»

Il Presidente della Società Dante Alighieri Andrea Riccardi ha così commentato la scomparsa del grande scrittore di Porto Empedocle, creatore di luoghi e ambientazioni amati in tutto il mondo, anche a Buenos Aires, dove giovedì 18 luglio la Società Dante Alighieri darà il via al suo 83° Congresso Internazionale: Italia, Argentina, mondo: l’italiano ci unisce.