Mercoledì 19 giugno 2019, ore 18
Sala Conti, Palazzo Firenze
Piazza di Firenze, 27 - Roma
presentazione del volume

Dal Risorgimento al Fascismo (1861-1922)
di Domenico Fisichella
Pagine editore

Insieme all’autore interverrà il Segretario Generale della Dante Alessandro Masi

BASSA COPNato nel 1861, il Regno d'Italia nell'arco di un sessantennio diviene una Potenza continentale, colmando in misura ragguardevole i secolari distacchi rispetto ai grandi Stati nazionali (Francia, Spagna, Inghilterra) che hanno conseguito la loro unità ben prima di esso. Molte sono le sfide affrontate, altrettante e di ben rilevante peso quelle con cui nel tempo ancora confrontarsi. Questione romana, demografica, economia, partecipazione popolare, istruzione, politica coloniale, dinamiche istituzionali, partiti e movimenti, alleanze internazionali, fino alla prova decisiva della Grande Guerra, sono altrettanti passaggi di un percorso storico ricostruito in una prospettiva sempre attenta alla comparazione con la realtà europea.
Le prime mosse, le difficoltà, infine il successo del Fascismo, il suo confronto con socialisti, liberali, popolari, nazionalisti, comunisti, Monarchia, sono le tappe di un processo dal cui andamento emergono le condizioni, circostanze, responsabilità che consentono a Benito Mussolini di conquistare la guida del governo.

Domenico Fisichella, professore ordinario di Dottrina dello Stato e di Scienza della Politica, ha insegnato nelle Università di Firenze, Roma Sapienza e Luiss. Senatore per quattro legislature, ministro peri Beni culturali e ambientali, vicepresidente del Senato per dieci anni, membro della Commissione bicamerale, componente il Consiglio scientifico della Treccani per dodici anni, medaglia d'oro ai Benemeriti della Cultura, Scuola e Arte, editorialista per decenni di importanti quotidiani (Nazione, Tempo, Sole24ore, Messaggero), i suoi lavori sono tradotti in inglese, francese, spagnolo, portoghese, ungherese e rumeno.

VISUALIZZA L'INVITO