Roma, 17 aprile 2019 - Anche la Società Dante Alighieri aderisce alla sottoscrizione per ricostruire la cattedrale di Notre-Dame. Lo scrive il Segretario Generale Alessandro Masi in un telegramma inviato oggi all'Ambasciatore di Francia Christian Masset.

"Illustre Ambasciatore Masset, a nome del Presidente della Società Dante Alighieri, Prof. Andrea Riccardi, e di tutti i soci dei Comitati della Francia e del resto del mondo, esprimiamo il nostro dolore per la profonda ferita inferta al simbolo della Cristianità mondiale e bene supremo dell’arte di tutti i tempi. Aderiamo alla campagna di sottoscrizione richiesta dal Presidente Macron invitando tutti i nostri iscritti a partecipare".

Alessandro Masi, Segretario Generale della Società Dante Alighieri

  *  *  *  *  *  *

Roma, 19 aprile 2019

Egregio Segretario Generale,

La ringrazio molto calorosamente del messaggio di solidarietà e di sostegno della Società Dante Alighieri nella prova così difficile che sta attraversando la Francia.
Il terribile incidente che è avvenuto nella cattedrale di Notre-Dame il 15 aprile 2019 ha colpito al cuore un gioiello della nostra storia.
da oltre ottocento anni, Notre-Dame è, così come il famoso Victor Hugo, "un'opera dei secoli", "una sinfonia in pietra", epicentro della vita spirituale ma anche artistica francese, alto luogo della storia europea, conosciuto nel mondo intero. Ha attraversato le prove del tempo, i tumulti della storia. Come già ricordato dal poeta, "sul volto di questa vecchia regina delle nostre cattedrali, accanto ad una ruga si trova sempre una cicatrice".
L'incendio che l'ha colpita, e che, grazie alla mobilitazione dei servizi dello Stato e dei suoi 500 vigili del fuoco, è stato rapidamente domato, rappresenta un'ultima prova che si aggiunge a quelle che ha già vissuto in passato. Ma anche questa, sapremo superarla.
Oggi è quindi un giorno triste ma anche pieno di speranza: per la ricostruzione e per la rinascita. Amici italiani, lo sapete bene, voi che avete avuto saper far rinascere alcuni dei vostri più bei monumenti, anch'essi colpiti dalla tragedia e dalla distruzione.
Le reazioni nel mondo e in particolare in Italia ci hanno molto colpiti. Come al tempo dei costruttori delle cattedrali, numerosi sono stati quelli, in Francia o al di là delle nostre frontiere, che hanno dato il loro contributo per far risorgere Notre-Dame.
Notre-Dame de Paris ricostruita sarà ancora più bella, come sottolineato dal Presidente della Repubblica francese. In tale contesto, la Francia si rivolgerà ai più grandi talenti del mondo per aiutarla a ricostruire questo cuore di Parigi, patrimonio di tutti, la sua ricostruzione sarà l'opera di tutti.
In questo momento difficile per Parigi e per la Francia, desidero nuovamente ringraziare la Società Dante Alighieri della sua attenzione e, La prego di gradire i sensi della mia più alta considerazione.

Amb. Christian Masset
Ambasciata di Francia in Italia