PULFirmata la convenzione tra la Dante e la Pontificia Università Lateranense per l’insegnamento della lingua italiana agli studenti stranieri. Per il nuovo anno accademico gli stranieri iscritti alla Lateranense potranno frequentare corsi di lingua e cultura italiane tenuti dai docenti della Scuola di Roma della Dante presso l’Ateneo, attraverso corsi frontali. Siglato lo scorso 14 febbraio, dal Segretario Generale della Società Dante Alighieri, Alessandro Masi, e dal Rettore, prof. Vincenzo Buonomo, l’accordo nasce dall’esigenza dell’Università del Laterano di sostenere lo studio e l’apprendimento, da parte dei propri studenti, della lingua e della cultura italiane. Con l’iscrizione ai corsi, gli studenti – che per l’anno accademico in corso hanno raggiunto la quota di 1516, di cui 638 non italiani, ai quali si aggiungono quelli dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose Ecclesia Mater (443, di cui 54 non italiani) - riceveranno gratuitamente la tessera associativa della Dante che offrirà loro la possibilità di partecipare alle diverse attività culturali che si svolgono a Palazzo Firenze, Sede Centrale della Società.