25 marzo, il Segretario Generale Masi presiederà la cerimonia del premio “Sigillo di Dante” organizzato dal Comitato Dante della Spezia

Il Comitato della Spezia della Società Dante Alighieri, con il patrocinio del Comune di Sarzana, organizza il premio Sigillo di Dante nell’ambito delle celebrazioni di Sarzana Dantesca. Giunto alla sua quarta edizione, vedrà la settima proprio nel 2021, nel settimo centenario dalla morte di Dante Alighieri. Gli organizzatori stanno già lavorando a un’edizione speciale per l’importante ricorrenza.

Domenica 25 marzo a presiedere la cerimonia di premiazione sarà il Segretario Generale della Società Dante Alighieri, Alessandro Masi. La giornata si aprirà alle 10,30 con l’inaugurazione della mostra fotografica “Sulle orme di Dante da Sarzana... a Sarzana” a cura di Lorenzo Pecunia. Alle 11, conferenza “Leopardi e l’infelicità come condizione ineliminabile dell’esistenza”, del dott. Carlo Raggi (SDA), con letture di Maria Teresa Casali, Mario Catola e Chiara Serreli, presentatrice della manifestazione.

Dopo la pausa pranzo con gli autori (quota di partecipazione convenzionata, prenotazioni 0187714628 – 3386771039), i saluti del Sindaco di Sarzana Alessio Cavarra apriranno la cerimonia vera e propria, alle 15,30. Alle 16 interverrà il Presidente del Comitato spezzino della Dante Alighieri, Cav. Pietro Baldi e alle 16,20 si prevede il saluto del Prof. Francesco De Nicola (Università di Genova), Presidente della Giuria formata dalle Professoresse Clara Candida, Daniela Tonelli e Maria Luisa Tozzi e dall’Avv. Ignazio Gaudiosi. 

La proclamazione dei vincitori è prevista alle 16,45, con letture dei primi classificati delle sezioni A e B a cura di Massimo Pesucci e Anna Maria Barini. Saranno gli stessi vincitori della sezione C “Luigi Camilli” (in lingua dialettale) a leggere le loro poesie. I primi classificati delle sezioni A e B riceveranno inoltre il “Sigillo di Dante”, copia della statua del Poeta realizzata dall’artista maltese Vincent Apap a Floriana (Malta). 

Alle 17,30 il Segretario Generale Masi concluderà la manifestazione e riceverà un’edizione speciale del “Pan di Dante”, confezionato dalla pasticceria Sbarbaro di Sarzana con prodotti della cucina medievale, rielaborando un’antica ricetta senese.