Roma 11 gennaio 2018 - ore 10.00-16.00

Palazzo Firenze, Galleria del Primaticcio - Piazza Firenze 27

Con il patrocinio della Società Dante Alighieri

In Italia sono riconosciute dodici Minoranze Linguistiche Storiche (L. 482/1999), culture di lingua non italiana che si sono variamente insediate e integrate sul territorio, fino a diventare una parte essenziale della nostra complessiva identità di italiani. Con Gli Italiani dell’Altrove si intende contribuire alla conoscenza della realtà storica e contemporanea di queste minoranze, con particolare attenzione verso il loro patrimonio culturale immateriale, tenendo presente inoltre l’attualità del tema dell’immigrazione nel nostro Paese.

Il progetto testimonia l’impegno che il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, attraverso l’Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia, dedica alla tutela e alla valorizzazione dei beni culturali immateriali presenti in Italia. Particolare rilevanza ha inoltre il contesto nel quale si propone questo incontro: Palazzo Firenze - sede della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO e della Società Dante Alighieri.

Gli Italiani dell’Altrove, avviato con gli Arbëreshë (Albanesi d’Italia), è proseguito con i Croati del Molise, gli Occitani, gli Sloveni, i Friulani, i Greci di Puglia e Calabria, i Sardi, i Francoprovenzali della Valle d’Aosta, i Ladini, i Catalani di Alghero e i Walser. La giornata dedicata ai Francesi, a cura di BIA Srl, si svolgerà a Roma presso la Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO e inizierà alle ore 10.00 con i saluti, tra gli altri, di Enrico Vicenti (Segretario Generale CNI UNESCO), Caterina Bon Valsassina (Direttore Generale DGABAP-MiBACT) e Leandro Ventura (Dirigente Servizio VI DGABAP-MiBACT e Direttore ICDe).

Si proseguirà affrontando il tema del panorama linguistico-culturale con Manuela Vico (Alliance Française Cuneo), Fabrice Placet (Fondation AF di Parigi in Italia, AF Torino), Davide Rosso (Fondazione Centro Culturale Valdese) e Yvonne Fracassetti (saggista, ex addetta Istituti italiani di cultura all’estero).

Il pomeriggio sarà dedicato a racconti di esperienze e progetti, con Chiara Ramero (Atelier de lecture - Lire Ados), Cristina Chioni (Unione Montana del Pinerolese e dei Comuni Valli Chisone e Germanasca), Cristina Clerico (Ass.to Cultura, Università, Sport, Pari Opportunità, Cuneo), Alberto Dellacroce (VèloViso, Saluzzo), Andreina Galleani D’Agliano (La liberté guidant la laine, di Jérémy Gobé).

In chiusura: concerto con Enrico Pascal e Fernando Raimondo.