I Martedì della Dante alla Libreria Arethusa
Incontri con gli Scrittori
Martedì 6 settembre ore 17.30
Adriana Valabrega
Come arabeschi di melograni

Dopo la pausa estiva, martedì 6 settembre alle ore 17.30, con Adriana Valabrega e la sua raccolta di versi “Come arabeschi di melograni” introdotta da Vittoria Grimaldi, tornano “I Martedì della Dante alla Libreria Arethusa” (Via Giolitti, 18 – Torino), gli appuntamenti mensili che il Comitato torinese della Società Dante Alighieri dedica alla presentazione di libri con soggetti diversi, alla presenza degli autori provenienti da più parti d’Italia.

La poesia di Adriana Valabrega deve alla filosofia la profondità della meditazione. La ricerca del senso della vita, il fluire inesorabile del tempo, la bellezza del cosmo sono le tematiche più affrontate nelle raccolte di versi. Ma non mancano le riflessioni sui momenti drammatici della storia presente e passata e in particolare l'anelito in difesa della libertà e della giustizia. Integrando la qualità pittorica a quella più propriamente musicale, dalla sua poesia scaturisce un paesaggio complesso dove luce, suoni, colori esistono fenomenicamente ma sono inverati dalle emozioni, dai desideri, dai sentimenti che rivestono. “Allora il paesaggio finisce col perdere i connotati puramente fisici per divenire luogo privilegiato dell'anima".

Come arabeschi di melograni sa trovare la sintesi tra i frammenti del vissuto, ne rivendica il valore, in sintonia col respiro universale della natura, che sotto la penna luminosa dell’autrice riprende vita e rifiorisce, fugando le tenebre che coprono il cielo della speranza”.

Gli Incontri con gli Scrittori fanno parte di un programma 2016 ricco di manifestazioni che ai testi danteschi e agli infiniti spunti da essi offerti affianca più ampi contesti culturali e formativi. Una serie di eventi volti a rinnovare la memoria del Poeta che, dopo quelli del 2015 dedicati ai 750 anni dalla sua nascita, continuerà nei prossimi anni fino al 2021(anniversario della morte).

Adriana Valabrega torinese di nascita, si è laureata in filosofia presso l'Università di Torino con una tesi sul filosofo ebreo Martin Buber. Insegna da molti anni al liceo classico Cesare Beccaria di Milano.
Prima di “Come arabeschi di melograni” (2016) ha pubblicato altre raccolte di poesie presso la casa editrice Paola Caramella di Torino: “Acrobata sul filo del tempo” (2009), “Oltre la vetrata trasparente” (2011), “Alberi che volano” (2014).
E’ autrice dell’opera storica M.U.R.I. 1938 (2013) dedicata al Movimento Unitario di Rinnovamento Italiano, associazione antifascista fondata fin dal 1938 da Dino Giacosa, Franco Valabrega e Luigi Passadore. Quest'opera affronta anche il tema tragico delle persecuzioni contro gli ebrei subite dalla famiglia paterna, dal nonno Giacobbe Enrico, giornalista e scrittore di poesie in piemontese, tra i fondatori del Circolo della Stampa di Torino.

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
https://www.facebook.com/ladantetorino

Ufficio Comunicazione e Stampa
Comitato di Torino
Società Dante Alighieri