fbpx

Pasolini

  • “Pasolini. Parole sguardi ossessioni”

    Un invito ad entrare nel mondo di Pier Paolo Pasolini, per scoprire o riscoprire la forza della sua produzione artistica e intellettuale a quarant’anni dalla sua tragica scomparsa, avvenuta il 2 novembre 1975

  • 40 anni senza Pasolini

    Nella notte del 2 novembre 1975, che ricorrerà tra 5 giorni, a Ostia moriva Pier Paolo Pasolini, uno dei maggiori uomini di pensiero del Novecento italiano. L'Italia lo ricorda con numerosi eventi.

     

  • In mostra a Salerno il Pasolini "segreto", protagonista delle fotografie di Dino Pedriali

    A Palazzo Fruscione in mostra gli scatti realizzati tra Chia e Sabaudia, pochi giorni prima della scomparsa del grande regista e poeta 

  • Sei mesi di eventi in tutta Italia ricorderanno Pier Paolo Pasolini a quarant'anni di distanza dalla morte

    Mostre, proiezioni, incontri, conferenze, spettacoli di teatro, musica e danza, ma anche “performance” artistiche e letture pubbliche. A quarant’anni di distanza dalla morte, tutta Italia si appresta a ricordare e celebrare Pier Paolo Pasolini, venuto a mancare in tragiche circostanze il 2 novembre 1975. Da Bologna a Milano, passando per Roma e la Sicilia, ecco gli eventi che nei prossimi sei mesi avranno come protagonista la figura dell'indimenticato artista ed intellettuale.

  • Tra Dante e Pasolini, un canto di libertà. Intervista a Enrique Irazoqui

    Siamo a Matera per le letture della maratona dantesca 'Matera InCanta Dante'. È il 2 ottobre 2015 e Enrique Irazoqui si appresta ad introdurre le letture dell'Inferno, nei locali dell'ex carcere di San Rocco, dove fu imprigionato Rocco Scotellaro. Irazoqui, famoso in Italia come interprete del ruolo di Gesù nel "Vangelo Secondo Matteo" di Pasolini, ci ha parlato anche del suo incontro con Dante.

  • Turismo industriale a Open Factory: l'impresa si racconta

    Oggi apre Open Factorymanifestazione dedicata al 'turismo industriale' e alla cultura industriale e manifatturiera. Le aziende potranno raccontarsi a "familiari dei dipendenti, clienti e fornitori, ma soprattutto a opinion leader e giornalisti locali e nazionali".