Chi si trovi a percorrere le strade del territorio di Castagneto Carducci non potrà fare a meno di notare le indicazioni segnaletiche per un “Parco Letterario“. Ma sarebbe fuori strada chi cercasse un giardino o una riserva naturalistica semplicemente perché nel “parco” ci si trova già. Il Viale di Bolgheri, il Borgo di Castagneto, la casa del l’infanzia del Carducci, la Torre di Donoratico, come luoghi di vita e di ispirazione del Poeta, sono già un “Parco Letterario”. Visitarli e percorrerli con la disposizione emotiva giusta può diventare un vero e proprio “viaggio sentimentale”.
 
Cosa visitare nel Parco?
 
Centro di valorizzazione “Casa Carducci”
Aperto al pubblico nel 1992 in seguito ad una convenzione tra il Comune di Castagneto Carducci e la famiglia proprietaria Espinassi Moratti, il Centro ha come proprio scopo quello di rievocare il legame di affezione che per molto tempo unì Carducci a Castagneto. Si deve ricordare infatti che il medico Michele Carducci, padre dello scrittore, esercitò la professione a Bolgheri dal 1838, ma per le sue convinzioni progressiste e libertarie e per gli attriti con la parte più conservatrice della popolazione, si vide costretto nel 1848 a traslocare nella più tranquilla Castagneto, dove alloggiò fino al 1849. Dopo di allora, tra il 1879 ed il 1894, il poeta venne ospitato annualmente nella casa della famiglia Espinassi Moratti; fu questa l’epoca delle “ribotte”, un lungo e cordiale corollario all’attaccamento alla Maremma. L’antica permanenza del piccolo Giosuè nella residenza è ricordata dalla lapide commemorativa posta sopra la facciata del palazzo; la stanza interna ed il mobilio, messi a disposizione dagli eredi dei precedenti proprietari, intendono evocare il fascino discreto degli antichi interni familiari che fecero da sfondo alla presenza castagnetana del Carducci.
 
Museo Archivio Carducci
Il museo carducciano  ubicato nello storico Palazzo Comunale ,propone i maggiori momenti dell’attività letteraria del poeta, legata ai suoni e ai profumi della Maremma pisana divenuta fonte d’ispirazione per le sue celebri poesie come “Davanti San Guido”, “Traversando la Maremma Toscana”e “San Martino”, che hanno portato il Carducci ad essere conosciuto come il poeta della Natura, dei valori semplici e genuini.
Infatti nelle sue opere rimane costante la rievocazione del paesaggio rurale e contadino di Bolgheri e Castagneto, dove Carducci trascorse i primi anni della sua infanzia, e dove tornò per brevi soggiorni quando ormai era un poeta celebre ed affermato. All’interno di questo museo è visibile anche una Mostra dal titolo: “Carducci ed i simboli della Massoneria”
 
 
Bolgheri
Gran parte della notorietà di Bolgheri si deve alla poesia carducciana "Davanti San Guido", al celebre "Viale dei Cipressi", considerato monumento nazionale, insieme al cimitero monumentale dove fu sepolta Nonna Lucia.
Marina di Castagneto Carducci
Sorge a ridosso di una folta pineta costiera impiantata nella prima metà del secolo scorso per difendere la campagna retrostante dai venti di mare. Si è sviluppata intorno agli anni cinquanta nelle vicinanze di un Forte settecentesco, fatto costruire dal governo lorenense per integrare e migliorare la rete difensiva lungo il litorale toscano. Marina di Castagneto è una delle località più conosciute e frequentate della Costa degli Etruschi, dotata di strutture ricettive e di divertimenti, tra cui uno dei più grandi parchi giochi della Toscana: il Cavallino Matto. La spiaggia ampia e sabbiosa  ideale per lunghe passeggiate  invernali anche in compagnia del proprio amico a quattro zampe.
 
Per Info Culturali e prenotazioni visite 
Sedi e contatti
Centro di valorizzazione “Casa Carducci”
via Carducci, 59,  57022 Castagneto Carducci
Info e prenotazioni:
Tel. 0565.765032
Orari di apertura:
aperta festivi e prefestivi dalle ore 15.00 alle 18.00 Ingresso € 2-
Museo Archivio Carducci
via Carducci 1,  57022 Castagneto Carducci
tel. 0565.765032
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Associazione Culturale Messidoro
Sede Parco Letterario
Orari di apertura:
dal Lunedì al Venerdì dalle ore 10.00 alle ore 13.00
 
DOVE MANGIARE
 
Ristorante  DA UGO 
Via Pari, 2 Castagneto Carducci
Tel 0565 76 37 46
 
Pizzeria il Cappellaccio
Via Vittorio Emanuele,7
Tel . 0565 766005
 
DOVE DORMIRE
 
B&B Villa le Luci
Via Umberto I, 47 
Tel 0565 763 601
 
Hotel I Ginepri
Viale Italia,13
Tel. 0565 744 029
 
COSA VISITARE NEI DINTORNI
Baratti e Populonia ed il Parco Archeo-minerario della Val di Cornia
Si estende tra le pendici del promontorio di Piombino ed il Golfo di Baratti , dove sorgeva la città etrusca e romana di Populonia, nota fin dall’antichità per l’intensa attività metallurgica legata alla produzione del ferro. Comprende una parte significativa dell’abitato etrusco e romano di Populonia, con le sue vaste necropoli, le cave di calcarenite ed i quartieri industriali in cui si lavorava il minerale di ematite, proveniente dai giacimenti dell'isola d'Elba, per ricavare lingotti di ferro. Il parco è articolato in diverse aree di visita che permettono di cogliere la trasformazione del paesaggio nel corso dei secoli. 
 Informazioni, tel 0565 226445
 
 
Per lo shopping
Cecina, la cittadina più grande della zona, offre possibilità di fare shopping nel suo centro abitato, dove ha sede anche la Fondazione Gaiger che offre sempre mostre interessanti e a ingresso libero. Inoltre consigliamo una passeggiata nella pineta  di Marina di cecina dove trovertete la possibilità di fare anche passeggiate a cavallo sulla spiaggia e in pineta.
 
5 dicembre 2015 – 14 febbraio 2016
Fondazione Culturale Hermann Geiger – Piazza Guerrazzi 32, Cecina (LI)
Tutti i giorni dalle 16 alle 20. Ingresso libero