fbpx
In Liguria da quest’anno è possibile visitare un nuovo Parco Letterario dove la natura, i borghi, i sentieri ed il mare sono grandi protagonisti e dove il viaggiatore attento può ritrovare le suggestioni e le tracce di uno dei più grandi poeti del ‘900, il premio Nobel per la letteratura Eugenio Montale. 
Uno scenario straordinario in gran parte ancora intatto, cristallizzato nelle tele di Telemaco Signorini e Antonio Discovolo. 
Sono proprio questi “dorsi di colli e di cielo” che hanno ispirato molti versi del poeta, gli stessi riconosciuti come Patrimonio dell’Umanità UNESCO nel 1997 e poi meritevoli di protezione ambientale con l’istituzione del Parco Nazionale e la sua Area Marina Protetta nel 1999.
L’Ente Parco, in collaborazione con il Comune di Monterosso, al fine di coniugare la tutela paesaggistica ambientale con la storia culturale dei luoghi, offre un percorso di conoscenza di questa terra, con la creazione di itinerari naturalistico-letterari, iniziative culturali alla scoperta dei “luoghi dell’anima” di Montale.
 
Tra gli eventi estivi organizzati dal Parco, segnaliamo la 35esima Festival Internazionale di Musica CINQUE TERRE, che verrà inaugurato lunedì 18 luglio a Monterosso (presso il Circolo Velico) con  Gilbert Impérial (chitarra) e Lautaro Acosta (violino).
 
Il festival è organizzato dall'Associazione musicale César Franck, insieme al Parco letterario Eugenio Montale e delle Cinque Terre, all'Associazione Italiana per lo Sviluppo del Talento e della Plusdotazione (AISTAP) e naturalmente al Parco Nazionale delle Cinque Terre
 
"Grazie a queste collaborazioni, l'associazione, da sempre impegnata nella tutela e nella valorizzazione dei beni musicali storici del territorio, quest'anno apre le porte della sua programmazione alla dimensione letteraria e alla ricerca di giovani talenti musicali. Nei suoi lunghi anni di continuità, il Festival ha invitato artisti di rilevanza internazionale ad esibirsi nelle Cinque Terre e soprattutto ha portato all'attenzione del pubblico e dei media quell'inestimabile patrimonio artistico e culturale costituito dagli antichi organi, custoditi in luoghi dello spirito di grande fascino e bellezza. I recital di prestigiosi organisti, sugli strumenti storici di San Giovanni Battista a Riomaggiore, del Santuario di Soviore e di San Pietro a Corniglia, impreziosiranno anche quest'anno la programmazione. 
La collaborazione con il Parco Nazionale delle Cinque Terre ha inoltre favorito la creazione di un progetto congiunto per rendere omaggio a Eugenio Montale, il poeta che più di ogni altro ha saputo descrivere e cantare le bellezze del territorio. 
Montale amava l'Impressionismo musicale, soprattutto Claude Debussy, tanto da affermare che la musica, in particolare quella del compositore francese, avesse contribuito a fargli scoprire la poesia. Nella suggestiva cornice del Circolo Velico di Monterosso, sotto la statua del Gigante, un luogo intimamente legato al Nobel ligure e nel raccolto silenzio del Santuario di Soviore, i musicisti Lautaro Acosta, Gilbert Impérial e André Gallo ci condurranno nella Parigi di Debussy, Satie, Ravel e Poulenc, alla scoperta della musica che ispirò la sua poesia". 
 
Ecco nei dettagli il programma del Festival
 
Lunedì 18 luglio ore 21,15
Monterosso al Mare -  Circolo Velico 
Concerto per chitarra e violino 
Gilbert Impérial chitarra
Lautaro Acosta  violino 
L’impressionismo nella musica. Omaggio a Montale 
 
Domenica 24 luglio ore 19,00
Riomaggiore - Santuario di Montenero 
Concerto per fisarmonica 
Gianluca Campi
Musiche di Vivaldi, Paganini, Piazzolla 
 
Martedì 26 luglio ore 21,15
Riomaggiore - Chiesa San Giovanni Battista 
Concerto per organo e voce soprano
Emily Klassen soprano
Luciano Zecca organo 
Musiche di Cavazzoni, Frescobaldi, Purcell, Bach, Stradella, Valerj, Händel, Dubois e Mozart
 
Mercoledì 3 agosto  ore 21,15
Monterosso al Mare - Santuario N.S. di Soviore 
Concerto per organo
Jan Vermeire
Musiche di Valente, Gabrieli, Frescobaldi, Archivio Doria Pamphilj, Zipoli, Vivaldi, Petrali, Padre Davide da Bergamo, Morandi
 
Venerdì 12 agosto  ore 21,15
Monterosso al Mare - Santuario N.S. di Soviore 
Pianoforte 
André Gallo 
Intime percezioni. Omaggio a Montale 
 
Giovedì 18 agosto  ore 21,15
Corniglia - Sagrato Chiesa S. Pietro 
Concerto ensemble
Eleni Bratsou voce
Jean Paul Serra organo e ghironda
Fouad Didi oud, voce e violino orientale
La Méditerranée.
Grecia, Libano, Maghreb, Andalusia e Italia : viaggio nella musica sacra
 
Venerdì 19 agosto  ore 21,15
Monterosso al Mare - Santuario N.S. di Soviore
Concerto per pianoforte
Michelle Candotti
Musiche di Beethoven, Chopin, Liszt 
 
Martedì 23 Agosto ore 21,15
Corniglia - Chiesa  S. Pietro 
Concerto per organo
Ferruccio Bartoletti
Musiche di Bach, Franck, Brahms e improvvisazione
 
Venerdì 26 agosto  ore 21,15
Monterosso al Mare - Santuario N.S. di Soviore  
Concerto per organo
Robert Pauker 
 
Venerdì 2 settembre  ore 21,15
Monterosso al Mare - Santuario N.S. di Soviore  
Concerto per pianoforte 
Alberto Dalgo
Musiche di Beethoven, Schumann,  Rachmaninov 
 
 
I Percorsi naturalistici Letterari 
 
Passeggiare per il centro storico di Monterosso. Percorrere sentieri secolari tra vigneti aggrappati a chilometri di fasce terrazzate sorrette da muri a secco respirando ad ogni passo sentori di poesia. È tra queste suggestioni di mare, di terra e di macchia mediterranea, tra estati assolate e scogli a strapiombo, che Eugenio Montale ha preso ispirazione per molte delle sue liriche. 
Per circa vent’anni il poeta, giornalista, traduttore, critico musicale e scrittore italiano, nato a Genova il 12 ottobre 1896, trascorse le sue vacanze a Monterosso nella Villa Montale, “la pagoda giallognola” (oggi di altri proprietari) ubicata nel litorale di Fegina. 
Meriggiare pallido e assorto, La Casa dei Doganieri, La punta del Mesco e I limoni, i versi di Montale sono pervasi del clima delle Cinque Terre e viceversa.
 
I percorsi naturalistici letterari saranno organizzati una volta al mese fino a novembre (ATTENZIONE - ad agosto non è prevista data, la prossima data è sabato 10 settembre) con partenza dai Punti Informazione del Parco Cinque Terre. Oltre ai percorsi del sabato saranno organizzate, durante l’anno, delle vere e proprie escursioni con partenza dagli altri borghi delle Cinque Terre.
 
Conducono i percorsii bravissimi il naturalista Carlo Torricelli e la letterata Cristina Currarini 
 
CALENDARIO PROSSIMI PERCORSI 
 
Sabato – 10 settembre  (h. 17.30) Monterosso – Cappuccini – Buranco 
Il percorso proposto al pubblico, risale da Piazzale Belvedere sul mare verso San Francesco e ci parla di paesaggio, natura storia e cultura proprio nei luoghi dove presumibilmente sono stati scritti gli “Ossi di Seppia” (1925). La durata è di circa due ore ed affronta i temi classici della letteratura Montaliana e della natura locale. Ricostruisce inoltre passo passo la storia del paese con aneddoti e curiosità squisitamente locali. 
 Monterosso e la sua natura sono ancora integri nei luoghi del percorso. Qui il giovane Montale ha attinto le immagini del paesaggio marino e solare, della natura riarsa, della fauna mediterranea, dei colori e dei suoni, tutti grandi protagonisti della prima raccolta Ossi di Seppia 
 
Domenica – 11 Settembre  (h. 8.30)  Albero creatura meravigliosa – Dal Santuario di Soviore a quello di Reggio 
Percorso naturalistico letterario ed escursionistico che dal Santuario della Madonna di Soviore porta al Santuario della Madonna di Reggio, con possibile discesa fino al borgo di Vernazza. Introduce oltre al tema del paesaggio, l’elemento dell’albero nella natura locale, nella letteratura e nella poesia. Partenza con bus del Parco da Monterosso e rientro a piedi, durata tre ore, escursionistico.
 
Sabato - 8 Ottobre (h. 15.00) Monterosso – Cappuccini – Buranco 
Il percorso proposto al pubblico, risale da Piazzale Belvedere sul mare verso San Francesco e ci parla di paesaggio, natura storia e cultura proprio nei luoghi dove presumibilmente sono stati scritti gli “Ossi di Seppia” (1925). La durata è di circa due ore ed affronta i temi classici della letteratura Montaliana e della natura locale. Ricostruisce inoltre passo passo la storia del paese con aneddoti e curiosità squisitamente locali. 
Monterosso e la sua natura sono ancora integri nei luoghi del percorso. Qui il giovane Montale ha attinto le immagini del paesaggio marino e solare, della natura riarsa, della fauna mediterranea, dei colori e dei suoni, tutti grandi protagonisti della prima raccolta Ossi di Seppia 
 
ALTRE INFORMAZIONI:  La partecipazione ai percorsi è gratuita, su prenotazione (max 25 partecipanti), SOLO per i possessori delle Cinque Terre Card, (Cinque Terre Trekking Card e Cinque Terre Card Treno MS), che consente la fruizione dei servizi turistici e di trasporto interno erogati dall'Ente Parco Nazionale delle Cinque Terre. Le Cinque Terre Card sono acquistabili presso gli Info Point del Parco, nelle stazioni ferroviarie delle Cinque Terre, compresi La Spezia e Levanto. La programmazione potrebbe subire delle variazioni a seconda dello stato di percorribilità dei sentieri o in caso di avverse condizioni metereologiche.
 
Per informazioni sugli eventi e sulle prenotazioni visita i siti www.parconazionale5terre.it