fbpx

Il disegno industriale al servizio del cibo e dell’alimentazione, è questo il tema della prima edizione internazionale del Premio Compasso d’Oro, assegnato dall’ADI, l’Associazione per il Disegno Industriale, ai progetti candidati considerati più innovativi, gradevoli e funzionali, con diverse motivazioni rese dalla giuria. E la giuria ha ritenuto che a rappresentare al meglio il tema, che richiama quello dell’esposizione universale EXPO 2015 chiusa a Milano a fine ottobre, siano proprio oggetti di uso quotidiano:

- un formato di pasta, disegnato da Michele Cuomo per il pastificio F.lli Setaro, dal nome “canna di fucile” in cui, grazie alle scanalature interne che rendono omaggio alla Real Fabbrica d'Armi di Torre Annunziata, “si fondono con equilibrio forma e funzione, design e gusto”;

ex-aequo per:

- il frigorifero di nuova generazione della LG con doppio livello di sportelli che isola i prodotti di uso frequente da quelli con conservazione più lunga, garantendo, oltre alla comodità di uso, il risparmio energetico e perciò un minor impatto ambientale;

- mezzaluna Shy, del designer Paolo Metaldi, che reinventa un oggetto le cui forme erano immutate da decenni, migliorandone l’ergonomia, la praticità e la sicurezza.

Ai premiati si è aggiunta inoltre la Targa giovani, destinata a progetti prodotti nelle scuole di design, assegnata a “Solari”, un apparecchio portatile per la cottura alimentato dall’energia solare, presentato da Bodin Hon dello IED di Milano, e 16 menzioni d’onore ad altrettanti progetti ritenuti particolarmente validi che vanno dagli oggetti per la preparazione dei cibi, a quelli per la migliore gestione delle risorse idriche, fino all’arredamento e alla divulgazione, con un documentario.

a.c.