Giunti alla nona edizione, i Premi Ferrari 'Titolo e Copertina dell'Anno' sono stati attribuiti a Il Manifesto e a SportWeek, il magazine della Gazzetta dello Sport. Il premio consiste in mille bottiglie di Ferrari Trentodoc.

Entrambe le testate hanno visto premiate copertine e titoli su temi fondamentali dell'attualità italiana: l'immigrazione e i diritti civili. Il Manifesto ha vinto per il riconoscimento 'Titolo dell'anno' con il titolo di copertina del 3 settembre 2015, accanto alla foto del piccolo Ayslan, morto sulle spiagge turche, che ha commosso il mondo. La motivazione della giuria: "Splendida e terribile. Una prima pagina, questa del Manifesto, che è perfetta, nella sua tragicità, in forza della straordinaria simbiosi tra l'immagine di un corpicino che è stato abbandonato dalla vita e il titolo, due parole soltanto che hanno tanti significati, uno soprattutto che più brutale non si può: fine delle speranze per questo bimbo morto inseguendo la speranza".

A SportWeek la 'Copertina dell'Anno' che mostra la foto di due sportivi che si baciano, con il titolo 'Chi ha paura di un bacio?'. L'immagine accompagnava un servizio dell'11 luglio dedicato ai tabù degli italiani. 'Soprattutto coraggiosa questa copertina di SportWeek', si legge nella motivazione 'E di coraggio bisogna averne non poco per proporre, a compendio di un'inchiesta su sport e omosessualità, il bacio tra due uomini, per giunta giocatori di rugby, per qualcuno lo sport più maschio che ci sia'.
 
Il Premio Ferrari 'Arte di Vivere Italiana - Articolo dell'Anno' è destinato alla stampa estera che abbia valorizzato temi legati allo stile di vita italiano o al Made in Italy di eccellenza. La giuria del premio, della quale fa parte anche il Vicepresidente della Società Dante Alighieri Paolo Peluffo, ha attribuito il riconoscimento alla Frankfurter Allgemeine Zeitung per lo speciale magazine dedicato a Expo Milano 2015 e al Belpaese.

'La proclamazione dei vincitori è avvenuta mercoledì 11 maggio, nel corso di una serata moderata dal direttore di Sky TG24 Sarah Varetto, che ha riunito alla Triennale di Milano molte personalità del giornalismo, della cultura e dell'imprenditoria' ed è stata accompagnata da un dibattito sui valori dello stile di vita italiano e sulla percezione del nostro Paese nel mondo, alla quale hanno partecipato Luca Cordero di Montezemolo e Giovanni Malagò, presidenti di Alitalia e CONI.


Fonte: comunicato stampa del Premio Ferrari