fbpx

A Ivrea, tra il 2 e il 5 giugno, si svolgerà per il quarto anno consecutivo una 'Grande invasione' di libri e lettori. Nel #Maggiodeilibri, che si avvia alla conclusione, l'iniziative intende invitare tutti ad accostarsi al gusto del leggere e offre anche ai più piccoli una 'piccola invasione' tutta per loro. Si vuol guidare i ragazzi ad 'avvicinarsi  a  un  libro,  sfogliarlo,  toccarlo  con  mano,  farsi  catturare  dall’esperienza  delle parole  raccontate  e  lette'.

L'esperienza della lettura è fondamentale per far crescere i cittadini di domani, perché 'una parola, gettata nella mente a caso, produce onde di superficie e di profondità, provoca una serie infinita di reazioni a catena, coinvolgendo nella sua caduta suoni e immagini, analogie e ricordi, significati e sogni'. Queste parole di Gianni Rodari compaiono nel pieghevole della manifestazione, e sono state scelte dal sindaco di Ivrea Carlo Della Pepa, e dall'Assessore alla Cultura Laura Salvetti per presentare l'edizione 2016.

Con il sostegno della Regione Piemonte, la 'Grande invasione' ricorderà anche il quattrocentesimo  anniversario di  Shakespeare, le cui celebrazioni ininterrotte continuano a scorrere con l'etichetta #shakespearelives per il 2016. Per la 'Grande invasione' è stata pensata una rielaborazione della celebre frase della 'Tempesta': 'siamo fatti della  stessa sostanza di cui sono fatti i libri: siamo storie, materia viva e palpitante, emozioni, scoperta e gioco.'

A tutte queste interazioni con il mondo della lettura si dedicano appuntamenti a tutte le ore, dalla prima colazione fino a tarda sera. In occasione della Festa della Repubblica, il 2 giugno è stato anche organizzato un concerto gratuito "Orfeo + I CANI", in collaborazione con il comune di Ivrea e l’Assessorato alle politiche giovanili.

Gli incontri con autori e storie caratterizzeranno anche i pranzi letterari che, per esempio il 3 giugno, saranno dedicati alla Siria (con Luca Iaccarino, Soup for Syria - pranzo siriano a favore di UNHCR, in collaborazione con EDT), e a Italo Calvino (con Gian Luca Favetto su La geografia delle storie: Marco Polo e Italo Calvino ospiti di Kublai Khan).

Non mancheranno Cortazar e Borges, ma anche Elsa Morante e un po' di buona musica: 'Leggere la musica', Dario Brunori con Valerio Corzan (domenica 5 giugno). Nella serata del 5 giugno, la conclusione sarà affidata a un concerto, dopo l'incontro teatrale Storia dei capelli, dal romanzo di Alan Pauls per l'adattamento e regia di Matteo Chiantore e Lucia Rossetti.

Il programma completo proporrà anche incontri di taglio scientifico e si può consultare nel sito http://www.lagrandeinvasione.it e nell'omonima pagina Facebook dell'iniziativa.

vn