fbpx
CATERINA LA MAGNIFICA. Vita straordinaria di una geniale innovatrice
di Lia Celi e Andrea Santangelo
Saggio Storia
UTET 2015
Euro 14,00
 
 
 
 
Nipote di Lorenzo il Magnifico e regina di Francia. Indagata dagli storici per una lunga serie di crimini: corruzione, stregoneria, avvelenamento, strage. Ma di lei, gli italiani, sanno praticamente nulla. Eppure ha lasciato le sue “impronte” ovunque: nella cucina, nella moda, nell’arte, nella cultura. I gelati, le forchette, perfino le mutande e la moderna profumeria sono invenzioni che dobbiamo a lei.
In questo libro due storici curiosi svelano i misteri di una grande protagonista del Rinascimento italiano ed europeo, nelle sue presunte efferatezze e raffinatezze estreme, mettendosi sulle sue tracce e ricostruendo le peripezie di Caterina nel contesto di un secolo straordinario e terribile, il Cinquecento. E con questa biografia, tanto dotta quanto divertente, la consegnano al giudizio dei contemporanei.
Ai lettori il compito di decidere chi sia stata davvero Caterina la Magnifica – sovrana illuminata, madrina di grandi innovazioni e progresso, o spietata macchinatrice, degna erede degli intrighi perpetrati dai suoi parenti fiorentini – e se il più imperdonabile tra i suoi delitti non sia stato, forse, l’essere troppo avanti per la sua epoca.
 
Lia Celi. Blogger e autrice per radio e televisione, ha scritto per "Cuore", "Smemoranda", "Specchio", "il Fatto Quotidiano" e "Lettera43", oltre a essersi cimentata nella conduzione televisiva (Celi, mio marito!, Rai3). Tra i suoi libri più recenti, Piccole donne rompono (Rizzoli, 2010) e Corso di sopravvivenza per consumisti in crisi (Laterza, 2012).
 
Andrea Santangelo, laureato in Storia antica, ha lavorato come archeologo, editor e direttore editoriale per case editrici specializzate. Appassionato di storia militare, in questo campo ha al suo attivo una decina di monografie e centinaia di articoli. Tra le sue ultime pubblicazioni: Operazione Compass. La Caporetto del deserto (Salerno, 2012), Facciamo l'Italia (Palabanda Edizioni, 2013).
 
 
ATLANTE STORICO DEL CONCILIO VATICANO II
A cura di: Enrico Galavotti e Federico Ruozzi 
Diretto da: Alberto Melloni 
Euro 90,00
Uscita ottobre 2015
 
 
 
Diretto da Alberto Melloni l’Atlante riprende fonti, momenti, problemi del Concilio Vaticano II e ne documenta lo spessore con gli strumenti degli storici. Nato dalla ricerca archivistica, dalle edizioni di fonti, dalle monografie e dal lavoro dei membri della Fondazione per le scienze religiose di Bologna, il volume conserva la dimensione di evento del Vaticano II e mostra come ancora una volta la ricerca storica abbia contato per impedire che un Concilio diventasse il repertorio per citazioni vuote e improbabili equilibrismi teologici. Attraverso immagini d’epoca, e mappe, disegni, tabelle, grafi ci illustrativi creati appositamente per la pubblicazione, il volume ripercorre gli snodi storici dell’iter conciliare; focus tecnici sulle trasformazioni dell’aula, sui sistemi di votazione e sui suoi partecipanti(gli organi direttivi, le commissioni, i vescovi, gli ordini religiosi, i periti, gli osservatori, i media) documentano lo svolgersi quotidiano di un evento di portata straordinaria
 
ALBERTO MELLONI è il segretario della Fondazione per le scienze religiose Giovanni XXIII di Bologna, ordinario di Storia del Cristianesimo all’Università di Modena/Reggio e titolare della Cattedra UNESCO sul pluralismo religioso e la pace dell’Università di Bologna. Ha curato la Storia del concilio Vaticano II diretta da G. Alberigo,; ha diretto l’Edizione nazionale dei diari di A.G. Roncalli, il Dizionario del sapere storico religioso del ‘900, Cristiani d’Italia. Chiese, stato, società 1861-2011, Costantino I. Enciclopedia Costantiniana sulla figura e l’immagine dell’imperatore del cosiddetto editto di Milano 313-2013, insieme a Peter Brown, Johannes Helmrath, Emanuela Prinzivalli, Silvia Ronchey, Norman Tanner, Il conclave di Papa Francesco. È il curatore di numerosi volumi sulla storia della Chiesa ed è membro della redazione di diverse riviste (CrSt, RHE, SZKRG, SH), collabora con RaiNews e Rai Cultura, dal 2000 è una firma de «Il Corriere della Sera». Per Jaca Book ha pubblicato Giovanni XXIII. Il giornale dell’anima (2000/2014) e Il Concilio e la Grazia (2015). 
 
Rivedi l’intervista realizzata dalla redazione della Dante all’autore Alberto Melloni:
 
 
NUOVA USCITA – narrativa italiana
IL GUSTO DELLE PICCOLE COSE
di Luca Iaccarino
Breve manuale di spensieratezza
uscita in libreria: 8 marzo prezzo: 16,90
    
 
 
Gli anni migliori della nostra vita e le gaffes che fanno sprofondare, gli incontri con le persone curiose e con quelle pazze, i dialoghi surreali con i bambini di quattro anni e una poesia dedicata alla parmigiana di melanzane, le radicali differenze tra una serata tra amiche e una tra amici, la lettera di insulti al capufficio (mai spedita) e le grandi categorie dell'umanità, l'atmosfera del vecchio bar e l'arancione del mangiadischi Penny, i lavori che si possono fare in mutande e un'ode ai vegani: “Il gusto delle piccole cose” è un centrifugato di vita, una raccolta di situazioni e riflessioni che ha un unico obiettivo: la riscoperta della spensieratezza. Centosessantadue raccontini che sono un balsamo per le ferite dei tempi difficili. Se una risata può seppellire, un sorriso può far risorgere.
 
Luca Iaccarino scrive per Repubblica e per il sito di Vanity Fair. Ha pubblicato una decina di libri di viaggi, avventure e sapori per Lonely Planet, Mondadori e ADD. Ha una moglie paziente, due figli ingordi, un profilo Facebook spensierato e la sola regola di non prendere le cose troppo sul serio.