fbpx

L’edizione statunitense dell’Huffington Post, su iniziativa della San Pellegrino, ha stilato l’elenco delle undici più belle, e altrettanto intraducibili, espressioni italiane.

Parole ricercate, come meriggiare, culaccino o rocambolesco, o di uso comune, abbiocco, magari, figata e gattara, frasi idiomatiche e modi di dire, come “non tutte le ciambelle riescono col buco”, “cavoli riscaldati” e “conosco i miei polli”, e infine espressioni relativamente nuove, come l’ormai l'irrinunciabile apericena.

L’elenco strappa un sorriso, soprattutto notando quanto alcune delle traduzioni letterali offerte siano comiche e spiazzino l’interlocutore che ha minor confidenza con la lingua italiana e i suoi parlanti. Ci ricorda inoltre che per conoscere una lingua non è sufficiente grammatica e lessico, poiché rispecchia anche la cultura, i vizi e i vezzi di un popolo, basti vedere quante delle parole selezionate hanno riferimento, letterale o metaforico, al panorama gastronomico dei buongustai italiani.

Articolo Huffington Post

a.c.