fbpx

”Italiano della musica, musica dell’italiano”. E’ questo il tema prescelta per la XV edizione della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, evento culturale internazionale di promozione della lingua italiana nelle sue diverse sfaccettature, nato nel 2001 su iniziativa della Direzione Generale per la Promozione e la Cooperazione Culturale del Ministero degli Affari e dell’Accademia della Crusca, e che ogni anno si avvale della collaborazione degli Istituti Italiani di Cultura, dei Consolati italiani, di diverse associazioni di italiani all’estero e, ovviamente, dei comitati della Società Dante Alighieri nel mondo.
Dal 19 al 24 ottobre, dunque, conferenze, spettacoli, concerti, incontri culturali e mostre d’arte, celebreranno la presenza dell’italiano nel mondo, soffermandosi nello specifico sulla musicalità del nostro linguaggio e sullo stretto rapporto che da secoli intercorre tra la lingua italiana e la musica (qui approfondimenti sull’argomento).
Molti sono i comitati della “Dante” che hanno aderito alla XV edizione della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo e che, con diverse tipologie di eventi e manifestazioni artistiche e culturali, rimarcheranno la presenza e la forza dell’italofonia in tutto il mondo, tanto più nell’anno in cui ricorrono anche i 750 anni dalla morte del Sommo Poeta Dante Alighieri.
Tra le iniziative più interessanti si segnala, sicuramente, quella del comitato macedone di Skopje che proprio ieri, in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia e con il Centro Informativo UE, ha inaugurato la Settimana della Lingua italiana nel mondo ospitando gli interventi di Ernesto Massimo Bellelli, Ambasciatore d’Italia a Skopje, Alessandro Masi, Segretario Generale della Società Dante Alighieri e Anastasija Gjurčinova, Presidente del comitato locale. La cerimonia di inaugurazione è stata precedeuta da un incontro con lo scrittore italiano Fabio Geda. Le manifestazioni celebrative, che si protrarranno per due settimane, vedono in programma una rassegna cinematografica dedicata alla musica nei film italiani e un corso di formazione per docenti di italiano tenuto da Paolo Balboni e Fabio Caon dell’Università Ca’Foscari di Venezia, sul tema “Canzoni e Arie d’opera per la didattica della lingua, della cultura e della letteratura italiana".
Sono partite già da tempo, invece, le manifestazioni organizzate dal comitato argentino di Lanus, che da agosto ha organizzato diversi incontri musicali e concerti per tutti gli amanti della lingua italiana, che si concluderanno domenica 25 ottobre con una “Domenica Musicale in Famiglia”, nella quale i partecipanti si confonteranno con la grande tradizione della musica italiana. Rimanendo in Argentina il comitato di Río Cuarto ha celebrato l’italiano e Dante Alighieri con l’evento letterario "Maratona Dantesca", che ha riunito docenti, studenti e appassionati della lingua e della cultura italiana proponendo tre incontri dedicati esclusivamente a Dante e al suo capolavoro. Le giornate, che hanno visto la partecipazione delle professoresse María Cecilia Ortiz e Adriana Mastalli Sosa, hanno coinvolto i partecipanti attraverso una serie di letture dantesche dal vivo, concludendosi con un piccolo excursus sull’influenza che Dante ha avuto sugli scrittori argentini.
Perfettamente aderente al tema proposto dalla XV Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, invece, è stato il comitato di Mendoza, che per venerdì 23 ottobre ha organizzato una serata musicale nel corso della quale, in collaborazione con il “Coro de Càmara de la UNCuyo”, si eseguiranno alcune tra le arie d’opera più celebri del repertorio musicale italiano.
Anche il comitato di Cambridge, nel Regno Unito, si appresta a rendere omaggio alla lingua ed alla cultura italiana e lo farà con una serie di iniziative centrate su Dante Alighieri e Pierpaolo Pasolini, due autori apparentemente lontani, ma uniti dal grande apporto che entrambi hanno dato alla diffusione nel mondo della letteratura italiana. Dalla grande stagione del Melodramma italiano alla musica di Fabrizio De Andrè è invece il programma messo in campo dal comitato di Porto, che attraverso un lungo itinerario storico mostrerà come l’italiano è da sempre la lingua della musica e come la musica stessa possa diventare un utile strumento didattico che faciliti l’apprendimento del nostro idioma.
Non stanno di certo a guardare i comitati italiani che scendono in campo per festeggiare ed onorare con entusiasmo la lingua e la cultura che rappresentano nel mondo. Da segnalare come particolarmente interessanti, sono le iniziative del comitato di Gorizia, che grazie alla collaborazione del professor Filippo Salvatore, docente di italianistica presso la “Concordia University” nonchè Presidente del Comitato locale della città canadese, terrà una ciclo di conferenze su Dante e Pier Paolo Pasolini. Da segnalare, infine, lo spettacolo “La musica del silenzio”, che il gruppo studentesco del comitato di Roma presenterà martedì 20 ottobre nella Sala del Primaticcio di Palazzo Firenze.