fbpx
Lunedì 19 ottobre nella città natìa della grande scrittrice sarda la nuova edizione del premio dedicato agli scrittori di prosa
 
 Il Concorso internazionale di prosa è dedicato alla grande scrittrice sarda Grazia Deledda che nel 1927 vinse il Premio Nobel per la letteratura per l’anno 1926 e che ambientò il suo capolavoro narrativo Canne al Vento appunto a Galtellì, nel romanzo chiamata Galte. 
La Giuria ha selezionato cinque scrittori che saranno invitati in Sardegna per seminari di lavoro, conferenze e pubbliche letture dal 19 al 24 ottobre 2015. Il vincitore del Concorso letterario sarà annunciato nel corso della medesima settimana. Il comune di Galtellì pubblicherà una raccolta delle migliori opere presentate e la struttura finale del libro dipenderà dagli scritti ricevuti. 
 
Galtellì sta pianificando un annuale “Appuntamento di Autunno” con seminari di studio, conferenze e cerimonia di premiazione del Concorso. La settimana dal 19 al 24 Ottobre 2015 rappresenterà il primo evento in programma. L’evento è patrocinato dai Parchi Letterari Italiani e dalla Società Dante Alighieri.
 
Canne al vento, il romanzo che tanto ha contribuito all'assegnazione a Grazia Deledda (1871-1936) del premio Nobel nel 1926, sembra rivivere negli scorci dell’antica Galte, nei suoi colori, nei suoi sapori, nei siti archeologici e nelle suggestioni dei panorami del Monte Tuttavista e del Golfo di Orosei. Una semplice passeggiata finisce col trasformarsi in una caccia ai tanti tesori di un paese incantato ricco di antiche case restaurate ed aperte ai visitatori che vi riscoprono i verdi cortili e i tanti oggetti di uso quotidiano, testimonianze ancora vive nella memoria. Tra la Cattedrale pisana e San Pietro, la casa delle dame Pintor, l’orto di Efix e gli eleganti palazzetti di quella nobiltà rurale decaduta ispiratrice della Deledda, a Galtellì accade ancora spesso di imbattersi in esibizioni quasi spontanee de’ Sos Tenores - Canto a Tenore -, un’arte senza tempo riconosciuta dall’Unesco “Patrimonio immateriale dell'Umanità”.