fbpx

È stata inaugurata ieri, e proseguirà fino a domenica, l’edizione 2015 della Fiera internazionale del libro di Seoul (SIBF 2015), di cui l’Italia è quest’anno ospite d’onore.

Il programma è stato arricchito ed ampliato rispetto alle edizioni precedenti, coinvolgendo nuovi settori connessi con il mondo dell’editoria come il design, la musica e il cinema, nell’ottica di superamento dell’impostazione “statica” del libro e della lettura. La fiera, che si propone come luogo di incontro tra lettori di ogni età, scrittori ed editori, ha scelto quest’anno di investire maggiormente sul coinvolgimento degli editori internazionali, consentendo ai lettori coreani di scoprire la letteratura internazionale e agli operatori esteri di conoscere, e far conoscere a loro volta, il paese. In questa prospettiva gli organizzatori hanno stabilito anche una rete di cooperazioni con gli istituti di cultura e le rappresentanze diplomatiche.

Uno spazio, fisico e di approfondimento, è dedicato all’Italia (ospite d’onore di quest’edizione, scelta operata per celebrare i 130 anni dallo stabilimento delle relazioni diplomatiche tra i due paesi), in cui è allestito un punto di approfondimento su EXPO 2015 e le sue tematiche. L’Italia avrà così modo di far conoscere la sua cultura e la ricchezza della sua produzione editoriale, anche grazie all’esposizione dell’illustratore Fabian Negrin (sua l'illustrazione in alto), per la prima volta in mostra in Corea, e alla rappresentanza del BolognaRagazzi Award, il premio istituito nell’ambito della Fiera del libro per ragazzi di Bologna.

Parte della programmazione culturale della kermesse sarà dedicata alle celebrazioni dell’indipendenza della Corea dalla dominazione giapponese, di cui quest’anno ricorre il 70° anniversario.

a.c.

(Credits immagine: Fabian Negrin, "Pollicina")