fbpx

Dal 16 aprile al prossimo primo maggio si rinnova a Bergamo il tradizionale appuntamento con la “Fiera dei Librai” più antica d’Italia, ormai un vero e proprio modello culturale di approfondimento letterario, che per sedici giorni trasformerà la città in una grande libreria a cielo aperto, con 50 mila titoli a disposizione del pubblico e numerosi incontri con gli autori. La manifestazione è il punto di arrivo di un percorso che parte dalle tradizionali storiche librerie del centro, trasformatesi negli anni in un vitale panorama di librerie indipendenti, unico in Italia.
Giunta alla cinquantasettesima edizione, il Festival è l’occasione per scoprire il mondo del libro in tutte le sue espressioni, dai fenomeni editoriali di tendenza alle realtà “minori”. In programma per l’edizione 2016 incontri con numerosi autori vincitori dei più prestigiosi premi letterari e ospiti d’eccezione che calcheranno il palco del Teatro Donizetti della città. Il primo importante appuntamento è previsto per sabato 16 aprile, con la presentazione del volume “Dario e Dio. Una conversazione sul senso del sacro” che vedrà la partecipazione di Dario Fo e Giuseppina Manin, giornalista del Corriere della Sera. Da segnalare anche l’incontro conclusivo della manifestazione, che avrà come protagonista Dacia Maraini. Non mancheranno anche quest’anno spazi dedicati alla lettura e attività pensate per i più piccoli, con letture animate, spettacoli e tanti i laboratori di scrittura creativa.
“Bergamo, città sensibile alle proposte culturali, riconosce sempre più nella Fiera dei Librai un polo d’attrazione in grado di suscitare l’interesse degli amanti della lettura che riconoscono ancora il libro come mezzo insostituibile di conoscenza e di svago. – ha commentato nel corso della presentazione Ornella Bramani, Direttore artistico della 57ª Fiera dei Librai Bergamo - Sono molti gli scrittori che hanno accettato il mio invito a partecipare: alcuni sollecitati dalla curiosità di conoscere la nostra città, altri felici di farvi ritorno. Sono certa che la collocazione temporale del nostro evento, che precede altre iniziative nazionali, ci permetterà di presentare in anteprima alcune tra le più interessanti novità editoriali dell’anno. Attendiamo dunque fiduciosi perché la risposta, come sempre, spetterà ai lettori”.