fbpx

 

Una pagina che collega l’Europa, definendo e tracciando un’identità culturale conquistata faticosamente, frutto di una pluralità di culture ed influenze. Da sabato 31 marzo, al 22 luglio prossimo, la Biblioteca dell’Accademia nazionale dei Lincei di Palazzo Corsini, a Roma, ospiterà la mostra “I libri che hanno fatto l'Europa. Manoscritti latini e romanzi da Carlo Magno all'invenzione della stampa. Biblioteche Corsiniana e romane”, che attraverso preziosi manoscritti latini, incunaboli, cinquecentine e romanzi arabi, greci ed ebraici, racconterà al pubblico i libri che hanno contribuito alla creazione dell’idea di Europa.
In esposizione è possibile trovare circa 180 testi, che insieme testimoniano la pluralità di voci che hanno portato alla creazione della cultura occidentale moderna, dando vita ad un percorso culturale e storico capace, attraverso alcune opere fondamentale, di illustrare la varietà di testi che hanno costituito la nostra civiltà. La mostra rappresenta materialmente, attraverso l’esposizione di alcune opere simbolo, l’evoluzione del libro dalla riforma carolingia alla rivoluzione di Gutenberg, ripercorrendo il “viaggio” che dalla cultura e dalla letteratura classico-cristiana e mediolatina ha portato alla formazione di una tradizione romanza e moderna, propriamente europea. I volumi presentati provengono in gran parte della Biblioteca Corsiniana dell’Accademia dei Lincei e in parte dalle altre grandi Biblioteche pubbliche romane e dall’Apostolica Vaticana.
La mostra, che permetterà quindi al pubblico di familiarizzare con il grande patrimonio culturale messo a disposizione dalle biblioteche di Roma, è suddivisa in cinque sezioni: La tradizione classico-cristiana; Verso la nuova cultura europea: Enciclopedie e Trattati di scienza; La nuova cultura europea; Il primo canone: Dante, Petrarca e Boccaccio; Verso la Modernità.
L’esposizione, inoltre, è arricchita da materiale video e mappe esplicative, che aiuteranno il visitatore a contestualizzare le varie opere e costruire un percorso storico e culturale coerente.