fbpx
Chi l'ha detto che nelle biblioteche ci sono solo libri?
Per sfatare questo "tabù", l’iniziativa “Cinema nelle biblioteche”, curata da ANAC e sostenuta e patrocinata dalla Regione Lazio, partirà da marzo fino a settembre e prevede la selezione di 20 film italiani, le cui caratteristiche rispondono alle indicazioni del bando, finalizzato alla promozione delle biblioteche e alla diffusione della cultura cinematografica sul territorio: basso costo di produzione, scarsa visibilità nella distribuzione tradizionale nelle sale cinematografiche che ha impedito a film anche di grande qualità culturale di essere visti e apprezzati dal grande pubblico. 
 
Durante la presentazione del progetto alla Casa del cinema di Roma è stato reso pubblico l'elenco dei film selezionati:
AQUADRO di Stefano Lodovichi, ARIANNA di Carlo Lavagn, ASSOLO di Laura Morante, BANANA di Andrea Jublin, BELLA E PERDUTA di Pietro Marcello, BENUR di Massimo Andrei, BIAGIO di Pasquale Scimeca, BOLGIA TOTALE di Matteo Scifoni, IL VENDITORE DI MEDICINE di Antonio Morabito, LA BELLA GENTE di Ivano De Matteo, LA TERRA DEI SANTI di Fernando Muraca, MARINA di Stijn Coninx, NEVE di Stefano Incerti, NON ESSERE CATTIVO di Claudio Caligari, PATRIA di Felice Farina, PER AMOR VOSTRO di Giuseppe M. Gaudino, RIDENDO E SCHERZANDO di Paola e Silvia Scola, SEVEN LITTLE KILLERS – EPPIDEIS di Matteo Andreolli, SPAGHETTI STORY di Ciro De Caro e TAKE FIVE di Guido Lombardi.
 
I film saranno proiettati nelle biblioteche del Lazio che hanno aderito al progetto, divise in quattro aree: Viterbese,  Ceretano Sabatino, Castelli Romani, sud Pontino.
 
Un progetto-pilota davvero interessante, in vista, speriamo, di una replica sul territorio nazionale.