fbpx

Valorizzare i musei è una priorità per la comunicazione contemporanea in tutto il mondo. Le iniziative dedicate a questo argomento sono sempre più 'accattivanti'. Dopo gli anni Ottanta e Novanta, che si sono concentrati su uno stile comunicativo più orientato all'innovazione e al mondo della pubblicità, abbiamo ripreso a fissare l'attenzione sui nostri contenuti culturali fondamentali. Il patrimonio museale è tra di essi e, come sta accadendo ad altre forme (paesaggio culturale, turismo locale, accessibilità, cultura nel web e strumenti di interazione avanzata e 'social'), anche la comunicazione del museo, della cultura e dell'arte attraversa una fase di forte rilancio. Si tratta di contenuti e nelle proposte, con idee anche molto particolari, e ve ne parliamo regolarmente sia nei nostri articoli che nella specifica sezione di ArtWireless.

L'arte e il patrimonio culturale, è noto, sono una delle maggiori leve di sviluppo per l'Italia. Su iniziativa del DASS (Sapienza) e della Regione Lazio se ne parlerà domani con un convegno internazionale. Si aprirà con i saluti di Eugenio Gaudio, Magnifico Rettore di Sapienza, il cui intervento sarà seguito da quelli di Ugo Soragni, direttore generale musei del MiBACT, della presidente Flavia Piccoli Nardelli (della Commissione Cultura, Scienza e Istruzione alla Camera dei Deputati) e di diversi altri importanti interlocutori, citati nel programma.

Le relazioni si concentreranno sul coinvolgimento degli spettatori, con una apposita tavola rotonda che coinvolgerà il direttore del Museo Egizio di Torino (Enrico Ferraris), del Museo dell’Opera del Duomo di Firenze (Timothy Verdon), ma anche della direttrice del Musée du quay Branly Constance de Monbrison, e di Giulio Manieri Elia, Gallerie dell’Accademia, Venezia. Interverranno anche i referenti di Archimmagine studio (M. Campagna e F. Melaragni) e Michela di Macco (Sapienza), con Antonio Paolucci, direttore dei Musei Vaticani, e Claudio P. Presicce (Soprintendente Capitolino ai BB. CC.).

Le successive sessioni, altrettanto qualificate, tratteranno il progetto MUSART e anche il tema dei musei del territorio, una branca particolarmente promettente per lo sviluppo di nuovi scenari culturali. Dalla III sessione in poi, le domande cui si risponderà con diversi interventi, saranno: a chi comunicare il museo? In che modo lo si comunica, anche in Europa? Quali sono le criticità e le prospettive della comunicazione museale on line? Il convegno, di taglio internazionale, si propone dunque come spazio per la definizione di uno 'stato dell'arte' della comunicazione del patrimonio culturale, che si deve basare anche su appropriate attività di ricerca.

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Altri link sul tema:
- MuD - MUSEO DIGITALE MiBACT
- piano nazionale per l'educazione al patrimonio culturale
- un nostro articolo precedente 

vn