fbpx

Il titolo di “Capitale europea dell’innovazione” è il premio istituito dalla Commissione europea, 26 capitale innovazione2giunto alla sua seconda edizione (Barcellona lo ha vinto nel 2014), come riconoscimento d’eccellenza alla città che sia all'avanguardia nella costruzione di un ecosistema di innovazione in grado di far dialogare i più vari componenti della città: non solo cittadini e amministrazione locale, ma anche centri di ricerca, università e aziende.

La città vincitrice verrà annunciata ad aprile, ma la Commissione ha reso recentemente nota la lista delle finaliste le cui candidature, ciascuna con una specifica motivazione, sono state ritenute le più valide delle trentasei ricevute. Tra le nove città ce ne sono ben due italiane: oltre Amsterdam, Berlino, Eindhoven, Glasgow, Oxford, Parigi e Vienna, infatti, possono ambire al riconoscimento anche Milano e Torino, la prima in virtù di un rafforzamento delle pratiche di inclusione sociale, di gestione dei servizi pubblici e relative opportunità lavorative, la seconda per il sostegno garantito alle start-up che operano nel settore dell’innovazione sociale e per l’impulso al mercato dell’innovazione urbana.

Il riconoscimento prevede anche un premio in denaro che ammonta a 950 mila euro per la Capitale e 100 mila e 50 mila rispettivamente per la seconda e terza classificate.

a.c.