fbpx
Venerdì 11 dicembre (ore 18:00, Via Settembrini 79, Biblioteca, primo piano) al museo MADRE di Napoli sarà presentata la monografia “Bianco-Valente, Il libro delle parole” (Postmedia Books, 2015) di Caterina Sinigaglia che analizza gli sviluppi del lavoro del duo artistico Bianco-Valente, coppia anche nella vita. All'incontro, introdotto dal direttore del MADRE Andrea Viliani e moderato da Maria Teresa Annarumma, parteciperanno, insieme all'autrice del volume, anche gli artisti Giovanna Bianco e Pino Valente.
 
Analizzando il percorso artistico di Bianco-Valente – presenti da maggio 2015 nella collezione del MADRE con l'opera Il mare non bagna Napoli nell'ambito del progetto Per_formare una collezione – Caterina Sinigaglia illustra le tematiche più stimolanti affrontate dalla coppia di artisti: l'interesse per la tecnologia, il dialogo con la ricerca scientifica, i rapporti con la musica elettronica, l'influenza della letteratura, il legame con il territorio, l’interscambio con altre culture, soprattutto mediorientali, l'attenzione nei confronti del coinvolgimento sensoriale del fruitore, l'importanza lasciata al dato concettuale mai disgiunto dalla ricerca formale, nell’estrema disinvoltura con cui i diversi mezzi espressivi vengono adottati e reinventati. Le opere di Bianco-Valente scaturiscono da un pensiero omogeneo, frutto di un dialogo continuo e di uno scambio ininterrotto di idee fra i due. Da questo pensiero al contempo duplice e unitario emergono nuclei tematici ricorrenti, che spesso è possibile rinvenire in una stessa opera e che non di rado vengono esplicitati solo a posteriori, osservando retrospettivamente le singole opere prodotte e analizzandone i tratti comuni.
 
Ricordiamo che per tutti i Soci Tesserati Dante, le mostre al Museo MADRE prevedono ingresso a prezzo ridotto.