fbpx


Se la canzone italiana diffonde la nostra lingua, quando si appoggia alla musica è capace di volare in tutto il mondo. Pino (Giuseppe) Mango è stato tra i musicisti italiani che hanno contribuito ad estendere la geografia italofona nei cinque continenti. 

Cinque milioni di copie di dischi venduti, brani indimenticabili come Oro (testi di Mogol, anno 1984) o Mediterraneo, Mango ha portato nella musica italiana, integrandoli con forme creative ormai irriconoscibili, echi soul e hard rock che hanno caratterizzato la prima formazione dell'autore di Lagonegro, in provincia di Potenza.

Sempre in Basilicata, a Policoro, Mango si è spento durante un concerto nel quale cantava proprio Oro, uno dei suoi brani più amati, con la partecipazione del pubblico presente. Era uno spettacolo di beneficenza organizzato dall'associazione World of Colors. Anche quest'anno la ONG organizza una serata dal titolo “Solidarietà e integrazione – Insieme costruiremo un mondo a colori”, alle 20,30, al PalaErcole. A ricordare Pino Mango ci sarà anche Mogol, uno dei principali autori di testi musicali italiana.

Parteciperanno artisti come Gatto Panceri e Dino Paradiso, con cori e gruppi di istituti scolastici, in una serata condotta dallo stesso Paradiso con Metis Di Meo. Direttore artistico, Franco Fasano. La serata è stata preceduta da una mostra che espone scatti fotografici del cantautore con i suoi ammiratori, “Una foto con Mango”.

La Pro Loco cittadina ha anche organizzato una caccia al tesoro, chiamata "Fox Hunting", che tra i premi include i biglietti di ingresso per lo spettacolo di stasera. I fondi raccolti saranno destinati alla costruzione di una sala di musicoterapia, sempre a Policoro, in collaborazione con ANFAS.


vn