fbpx

Dal 1991 il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo partecipa alle Giornate Europee del Patrimonio (GEP).  Si tratta di una manifestazione promossa dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea con l’intento di creare un interscambio e dialogo culturale tra le Nazioni europee. La manifestazione permette di ribadire il ruolo centrale mondiale dell’Italia nell’ambito della cultura. Più di  1000 eventi in tutto il territorio italiano grazie all’adesione di enti culturali non statali tra musei civici, comuni, gallerie, fondazioni e associazioni private.

Le Giornate permettono di conoscere la realtà italiana di un grande museo “diffuso”,  che conserva preziosi tesori  anche in luoghi poco esplorati. Il tema di #GEP2016 www.beniculturali.it/GEP2016, è  la partecipazione al patrimonio secondo la Convenzione Faro  del 2005 che sottolinea l’importanza dell’eredità culturale per la società.

L’art. 2 recita: L’eredità culturale è un insieme di risorse ereditate dal passato che le popolazioni identificano, indipendentemente da chi ne detenga la proprietà, come riflesso ed espressione dei loro valori, credenze, conoscenze e tradizioni, in continua evoluzione. Essa comprende tutti gli aspetti dell’ambiente che sono il risultato dell’interazione nel corso del tempo fra le popolazioni e i luoghi.
Una comunità di eredità è costituita da un insieme di persone che attribuisce valore ad aspetti specifici dell’eredità culturale, e che desidera, nel quadro di un’azione pubblica, sostenerli e trasmetterli alle generazioni future