Il Museo Nazionale di Varsavia ospiterà, fino al prossimo 28 agosto, una selezione di opere rinascimentali provenienti dalla “Pinacoteca Tosio Martinengo” di Brescia. L’esposizione, dal titolo “Brescia. Il Rinascimento nell’Italia del nord”, è stata realizzata in collaborazione con la “Fondazione Brescia Musei” e porta nella capitale polacca 40 capolavori di Raffaello, Tiziano, Lorenzo Lotto, il Moretto, Giovan Battista Moroni e molti altri, capaci di fornire un vivido spaccato dell’arte rinascimentale italiana, con particolare riferimento a quella sviluppatasi nel nord del nostro Paese. La mostra è il frutto di una selezione di opere della “Pinacoteca Tosio Martinengo” di Brescia, una delle più importanti della Lombardia, che comprende circa novecento opere. L’istituzione culturale bresciana trae origine dal lascito del 1842 del conte Paolo Tosio, importante collezionista, come testimoniato dai numerosi dipinti cinquecenteschi, di straordinaria importanza, raccolti nel proprio palazzo cittadino, anch’esso donato alla città. La figura del conte Tosio è ricordata all'inizio della mostra da una piccola selezione di dipinti, che documentano anche il suo interesse per Alessandro Moretto, la cui pittura era letta in chiave purista e che veniva indicato da alcuni contemporanei come il Raffaello bresciano. Al termine della mostra polacca, l’esposizione farà tappa ad Helsinki (22 settembre – 15 gennaio) ed Amsterdam (22 febbraio – 18 giugno).