«“Ancora vorrei conversare a lungo / con voi. [...] Era così bello parlare / insieme”: in questi versi del Congedo del viaggiatore cerimonioso – scritti nel 1960 e dunque quasi a  metà della sua carriera poetica, compresa tra il 1936, anno del suo libro d’esordio Come un’allegoria e il 1989, quando compose i suoi ultimi versi –  si riassume quella che è la qualità più evidente e costante dell’intera opera letteraria di Giorgio Caproni, che risponde all’intento di svolgere una lunga conversazione con i suoi lettori, in un affabile susseguirsi di  ritratti, emozioni, descrizioni, riflessioni proposti con cordiale  immediatezza» [dall'introduzione di Francesco De Nicola]

 

Autore: Francesco De Nicola e Maria Teresa Caprile

Anno: 2015

Editore: Società Dante Alighieri

 

Scarica gratuitamente da Amazon