Gli Italiani e la loro lingua (Firenze, Galleria degli Uffizi - 13 marzo – 30 settembre 2003)

locandinaCon questo titolo si rimanda a un celebre verso della Commedia («Le genti del bel paese là dove ’l sì suona», (Inf. XXXIII, vv. 79-80) con il quale Dante  si riferisce agli italiani, in un’epoca in cui l’Italia era ancora un concetto di là da venire. La lingua è, nella sua visione, un punto di riferimento e il sì il primo nucleo di un’identità comune alle diverse «genti del paese».

Dove il sì suona è stata inaugurata nel marzo 2003 presso la Galleria degli Uffizi a Firenze, alla presenza del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi: la mostra,  ideata e sostenuta dalla Società Dante Alighieri  e promossa dalla Sovrintendenza Speciale per il Polo Museale Fiorentino, è stata realizzata sotto la direzione scientifica di Luca Serianni e con il contributo dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

Il percorso espositivo illustrava, nei suoi diversi aspetti, l’evoluzione della lingua italiana nei secoli, dalle origini fino a oggi: venivano ripercorse le differenze legate alle diverse epoche, alle diverse aree geografiche, ai diversi usi dell’italiano, il suo stretto legame con la cultura nazionale e i fecondi scambi con le tradizioni delle altre grandi lingue di cultura.

Di straordinario interesse è stata la possibilità di vedere raccolti insieme documenti alcuni dei quali finora mai esposti al pubblico di solito conservati in biblioteche e musei sparsi nel mondo e l’uso di strumenti multimediali accostati alle più tradizionali tecniche museali.