ELENA Inf. V, 64
Cerchio 2- Lussuriosi

menu dei personaggi
menu principale


Figlia di Zeus e di Leda, cui Zeus si present˛ in forma di cigno, Elena era sorella di Clitennestra e dei Dioscuri (Pg.), Castore e Polluce. La sua bellezza straordinaria le valse l'appellativo di "donna pi¨ bella del mondo" e moltissimi pretendenti. Tindaro, il padre putativo, fece giurare a tutti i principi di difendere colui sul quale sarebbe caduta la scelta di Elena. Il prescelto fu Menelao, re di Sparta.

Dopo qualche tempo Paride, figlio di Priamo, re di Troia, fu inviato a Sparta come ambasciatore. Lý vide Elena e, innamoratosi della sua bellezza, la rapý con il consenso di Venere, che nel noto episodio del "giudizio di Paride" era stata da lui giudicata pi¨ bella di Minerva e Giunone. Da questo "incidente" nacque il lungo e sanguinoso conflitto narrato da Omero nell'Iliade e da Virgilio nell'Eneide, cui parteciparono, come da giuramento, tutti i principi greci.
Morto Paride in battaglia, Elena ne spos˛ il fratello Deifobo, ed alla morte di questi, si ritir˛ a Rodi. Secondo la tradizione fu uccisa da una donna greca per vendicare la morte del marito sotto le mura di Troia.