Visita istituzionale in occasione dell’inaugurazione della mostra del Maestro Antonio Corbo
Venerdì 1 dicembre ore 18,30 - Circolo Sannitico - Campobasso

In occasione della mostra personale “Trame” dell’artista molisano Antonio Corbo, curata dal critico d’arte Silvia Valente, il Segretario Generale della Società Dante Alessandro Masi sarà in visita nel territorio molisano. L’esposizione presenta al pubblico l’ultima produzione dell’artista che vanta la sua presenza sulla scena artistica internazionale.

Nel corso dell’inaugurazione, in programma venerdì 1 dicembre alle 18:30 presso il Circolo Sannitico di Campobasso, interverranno – oltre all’artista e alla curatrice – anche il Sindaco di Campobasso Antonio Battista, il Consigliere Regionale con delega alla cultura Domenico Ioffredi, la Presidente del comitato campobassano Angioletta Iavasile e l’ospite d’eccezione, Alessandro Masi, a cui si deve, nel ruolo di storico dell’arte, anche il contributo nel catalogo della mostra.

Scrive il Segretario Masi nel catalogo: “Nella terra della pittura fioriscono piante sempre inaspettate. In quella del pittore Antonio Corbo, molisano di nascita e universale per vocazione, sono apparsi quelli più rigogliosi e straordinari come frutti capaci di rigenerare la luce immota dello spazio infinito e di immobilizzare lo scorrere del tempo. Un’antinomia questa mai in contrasto con se stessa ma che prelude invece la sistematizzazione della ragione. Mi spiego meglio. La pittura di Antonio Corbo non raffigura la scena, non racconta una storia, ma è essa stessa storia e scena raffigurata che si coglie nell’attimo in cui si osserva, in cui si dà. In quelle forme e in quelle storie non c’è un prima né un dopo, ma tutto accade perché è, esiste e palpita in una folgore di forma-colore, di luce-colore, di tempo-colore.

La mostra sarà visitabile fino al 15 dicembre, tutti i giorni (festivi compresi) dalle 10:30 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 20:30. La personale “Trame” ha il patrocinio della Dante, del Comune e della Provincia di Campobasso e dell’Assessorato alla Cultura della Regione Molise.