Il Segretario Generale della Società Dante Alighieri, Alessandro Masi, sarà a Cosenza per assistere allo spettacolo teatrale ‘L’Inferno è un’altra cosa!’ patrocinato dal Comune di Cosenza e promosso dal Comitato cittadino. Organizzata a sostegno delle attività della ‘Dante’ in favore della lingua, dell’arte e della cultura italiane, la rappresentazione, con la collaborazione del club Rotary e dell’Inner Wheel di Cosenza, si svolgerà nel Teatro Rendano sabato 19 novembre 2016 a partire dalle 20,30.  

Il Comitato di Cosenza, approfittando della visita del Segretario Generale, ha predisposto anche alcuni incontri con personaggi istituzionali e della cultura, oltre che con i Giovani e il Direttivo. Importante l’incontro con il Direttore del Dipartimento di Lingue e Scienze dell’Educazione dell’Unical, professor Francesco Altimari, e con i professori Luciano Romito, Professore Associato di Fonetica e Fonologia, Fonetica Sperimentale e Linguistica Generale ed Eugenia Mascherpa, entrambi dell’ UNICAL, per mettere in pratica, con attività comuni, la convenzione già stretta da qualche anno. Il Comitato si sta adoperando per un proselitismo nelle scuole e si prevede l’incontro con alcuni dirigenti scolastici, tra i quali la prof.ssa Loredana Giannicola, preside del Liceo Lucrezia della Valle che è la sede del Comitato di Cosenza.

‘L’Inferno è un’altra cosa!’, tra le altre attività che il Comitato ha in cantiere durante il settennato delle celebrazioni dantesche (2015-2021), consiste in una parodia musicale in due tempi, con una rilettura originale dell’Inferno dantesco in chiave anche comica e dissacrante. La porterà in scena la compagnia I Temerari, formata da 24 professionisti (avvocati, ingegneri, medici e docenti universitari) accomunati dalla passione per il teatro e dall’impegno in attività benefiche. Saranno diretti dall’autore del testo, Marcello Lando, ingegnere e docente dell'Università di Napoli.

La Compagnia I Temerari è formata da membri dei Rotary e Inner Wheel di Napoli, e si è formata all'inizio degli anni '90 per portare avanti un ‘teatro di servizio’, mettendosi a disposizione per iniziative di valore umanitario e operando all'insegna della più completa autarchia attraverso una organica divisione del lavoro: testi e regia, orchestrazioni ed esecuzioni musicali, coreografie, bozzetti e accessori di scena, disegno e sartoria di costumi, acconciature, ingegneria di suoni e luci ed altro ancora.

La proposta della Compagnia è stata subito accolta da Maria Cristina Parise Martirano, Presidente del Comitato di Cosenza e membro della Consulta nazionale della Società Dante Alighieri, che aveva già sostenuto la precedente edizione dello spettacolo, andata in scena alcuni anni or sono e che oggi, innovata ed arricchita da Marcello Lando per le celebrazioni in onore del Sommo Poeta, arriva a Cosenza, dopo Reggio Calabria e Sorrento e immediatamente prima di esibirsi nel Teatro Augusteo di Napoli, con un programma di repliche in tutta Italia.