Il 16 febbraio 1907 ci lasciava Giosue Carducci e nel 2017, in occasione dei 110 anni, l’Associazione Culturale Messidoro in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Castagneto Carducci, ne celebra il ricordo con una serie di eventi nel corso di tutto l’anno. Ricorrono inoltre i 20 anni dell’Associazione Culturale Messidoro e del Parco Letterario Giosue Carducci.
Il tema centrale dell’anniversario carducciano sono le donne che hanno avuto un grande rilievo nella vita e nelle opere dell’illustre Poeta: le donne di casa, le Muse, le amanti fino alla Regina d’Italia.
Gli organizzatori hanno deciso di far coincidere l’inaugurazione dell’anno carducciano proprio con l’8 marzo, festa della donna. Il primo appuntamento si terrà alle ore 18.00 presso il Museo Archivio di Castagneto Carducci, sede del Parco Letterario, con l’iniziativa “Romantici incontri”: un allestimento scenico all’interno dei Musei, dove i visitatori potranno incontrare le figure femminili care al Carducci.
A farci conoscere meglio i loro caratteri e il legame con Carducci saranno i due pamphlets: “Carducci, le donne di una vita” di Valentina Pantani e “I Parchi Letterari-Paesaggi Emozionali” di Roberta Pierini, curatrici dell’iniziativa.
Nell’ambito dell’evento sarà inoltre lanciata la proposta social “Fatti un selfie con Carducci” dove sarà possibile farsi una foto con il grande poeta e postarla sui social registrandosi all’interno delle pagine social del Parco letterario.
 
L’Associazione Culturale Messiodoro è nata il 28 gennaio 1998, proprio per gestire il Parco Letterario dedicato a Giosue Carducci. Da allora sono state realizzate numerose attività, sia in collaborazione con gli Enti pubblici ma soprattutto in autonomia, facendo forza sulla passione dei soci e sulle molteplici idee che prendono vita ogni giorno nella fucina Messidoro. L’associazione ha cercato negli anni di trasmettere l’essenza ed il significato di un Parco Letterario, luogo di vita e ispirazione di grandi scrittori di tutti i tempi. Lo scopo è far rivivere ai visitatori le stesse emozioni, gli stessi profumi e gli stessi panorami che hanno ispirato le pagine della nostra letteratura. Numerosi sono i richiami al territorio nelle liriche di Carducci quali: “Davanti San Guido”, “San Martino”, “Traversando la Maremma Toscana”, “Il bove” “Idillio Maremmano” e molte altre dove il paesaggio si staglia all’interno della poesia con un forte sentimento di affetto e nostalgia per questa terra.
Tra le varie attività il rinnovo del Museo Archivio Giosue Carducci nel 2007 con la pubblicazione del catalogo giunto alla quarta ristampa; progetti in ambito sociale ed ambientale in collaborazione con il Museo di Storia Naturale di Livorno e con le scuole di tutta Italia.
Gli Itinerari Sensoriali, sono pacchetti turistici ideati dall’Associazione per gruppi di visitatori del Parco Letterario che offrono una diversa offerta turistica basata sul sodalizio tra Cultura e tradizioni locali. Dallo scorso anno il Parco ha intrapreso una collaborazione
con un tour operator australiano che organizza viaggi culturali in Italia per professori ed insegnanti.
Una delle attività che riscuote molto successo è l’organizzazione di mostre di approfondimento, eventi ormai consolidati che trattano diversi argomenti a partire dalla figura di Carducci. Il tema dell’infanzia bolgherese con l’esposizione dal titolo “Con gli occhi di Carducci”, quello politico/satirico nell’anniversario dell’Unità d’Italia, quello esoterico in “Carducci, la Massoneria ed i suoi simboli”, fino all’incontro con un personaggio che lasciò un segno importante nella lotta per i diritti dei più deboli nel nostro Comune, ovvero la mostra “Pietro Gori a Castagneto”.
 
Ricordiamo inoltre che, in occasione della gara podistica "Bolgheri Run” - www.bolgherirun.com
- dove i partecipanti correranno per le suggestive strade del Parco Letterario Carducci, l’Associazione Messidoro organizza due percorsi guidati nelle giornate di sabato 25 e domenica 26 marzo nel cuore e nei dintorni di Castagneto Carducci con la visita dei musei e con la degustazione di vini. Ritrovo presso il museo Archivio Giosuè Carducci per una passeggiata tra i vicoli e gli scorci del centro storico più suggestivi. Visita guidata presso il Museo Archivio, Casa Carducci e Piccolo Museo dell’Olio. Al termine, degustazione dei “Vini del Carducci” presso “Il Drago Briao”.
 
Per maggiori informazioni, visita la pagina del Parco Letterario Giosue Carducci.
 
Per informazioni e prenotazioni per le degustazioni del 25-26 marzo rivolgersi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.,  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.