Bergamo 13 dicembre 
Per il ciclo di Lectura Dantis Bergomensis 2017, viene presentato il Canto XXXIII del Purgatorio. Elementi centrali di questo canto sono: le sette virtù e turbamento di Beatrice; la profezia di Beatrice (cinquecento, dieci e cinque); missione di Dante; inadeguatezza della scienza umana; Dante e Stazio giungono alla fonte dei due fiumi purgatoriali; di Beatrice prega Matelda di condurre i due all’Enoè dove bevono l'acqua che ravviva la memoria del bene; Dante conclude il racconto descrivendo la dolcezza dell'acqua e il rinnovamento che prova.

Brindisi 19 dicembre
Il Comitato presenta il concorso letterario di racconti ''The letterario - Racconti in vetrina'', la cui premiazione si terrà martedì 19 dicembre. Della giuria fanno parte gli scrittori Clara Nubile, Cosimo Argentina e Giuseppe Calogiuri, la editor Carlotta Susca e la Presidente del Comitato, Teresa Nacci. I racconti saranno posti al vaglio della Casa Editrice prima della pubblicazione.

Castelevetrano 10 e 16 dicembre
Si segnalano due incontri del Comitato: 
- Virtute e canoscenza (10 dicembre), una Lectura Dantis, tra letteratura e teologia, primo incontro del ciclo “Le Domeniche della Dante” che vedrà la partecipazione della prof.ssa Erina Ferlito, già docente di lettere italiane e latine nei licei, attualmente responsabile dell’Ufficio per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso della Diocesi di Mazara del Vallo. Sarà approfondito il rapporto tra il folle volo dell’Ulisse dantesco, che in Inf. XXVI sprona i compagni (e per estensione l’umanità tutta) a “seguir virtute e canoscenza”, e il “racconto antico” della Creazione (Genesi 2-3), dedicato alla prima umanità e alla trasgressione del divieto di non mangiare dell’albero della conoscenza del bene e del male. Introdurrà Rosario Atria, Presidente del Comitato. Interverranno Ermelinda Palmeri (cui saranno affidate le letture) e Fabio Pecorella (al pianoforte);
- “Del provvisorio andare. Ferruccio Centonze nel centenario della nascita” (16 dicembre). Nel centenario della nascita, il Comitato di Castelvetrano ricorda la figura e l’opera di Ferruccio Centonze. Narratore, drammaturgo, poeta, elzevirista, partecipò nel corso del secondo conflitto mondiale alle campagne “Balcanica” e “Italo-Jugoslava” che gli valsero due croci al merito, segnando profondamente il suo mondo interiore e ispirando alcuni fra i temi ricorrenti nella sua opera. Esordì nel 1941, con la pubblicazione di alcune “storie” sulla terza pagina del quotidiano “La vedetta d’Italia” di Fiume. Da allora collaborò attivamente con quotidiani e periodici regionali e nazionali e con importanti riviste letterarie. Introdurrà Rosario Atria, Presidente del Comitato. Interverranno Mimmo Accardo, Beppe Bongiorno, Francesco Saverio Calcara, Marilena Monti, Ermelinda Palmeri.

Imola 17 dicembre
In prossimità delle festività natalizie il Comitato organizza il “Concerto di Santa Lucia” presso “l’Accademia Pianistica Incontri col Maestro”. Un grazie di cuore al Maestro Franco Scala per la sua generosissima disponibilità. Il Concerto verrà eseguito dalla Corale del Maestro Pier Giacomo Zauli di Faenza e saranno eseguiti brani conosciuti e famosi e Canti Natalizi. Sarà un bel momento per stare insieme e farci gli auguri di Natale.

Roma 12 dicembre “Un clarinetto all’ opera”
Il Comitato presenta il concerto dei Maestri Claudio Cavallaro, clarinetto, e Andrea Ceraso, pianoforte. “Un clarinetto all’opera” propone alcune tra le arie più celebri e tra gli a solo più virtuosistici del repertorio operistico di Bellini, Mozart, Puccini, Rossini e Verdi. Sarà il clarinetto, strumento amato e oltremodo celebrato da tutti i grandi compositori, a guidare l’ascoltatore fra le pagine più belle delle opere italiane, proponendo anche un divertimento dal Trovatore di Verdi e il delizioso Concertino per clarinetto di Donizetti.

Eventi recenti

Arpino 24 novembre
Il Comitato ha inaugurato la stagione degli incontri del 'Viaggiare con Dante' presso l'Auditorium 'C. Baronio' di Sora con l'intervento del giovane Davide Ferri, che ha intrattenuto i suoi coetanei e tutti gli intervenuti su 'La musica di Dante la musica in Dante'.

Belluno 22 novembre e 6 dicembre
Nell’ambito dei Mercoledì d’autunno il Comitato ha presento la mostra “Gioielli d’oro e d’argento. Filigrane e coralli del costume bellunese” dell’orafa Isabella Gabbin, arricchita dagli interventi musicali degli allievi della Scuola Comunale Di Musica “A. Miari” di Belluno, come parte del progetto "La Dante Ascolta I Giovani".
Il Canto di Natale di Charles Dickens è stato presentato dal giornalista e poeta Pier Luigi Svaluto Moreolo, accompagnato dal commento musicale della flautista Giulia Lozza

Catania 6 e 7 dicembre
Seminario di Giuseppe Savoca sul tema “Leopardi. L’infinito tra ermeneutica e filologia”, il 6 e 7 dicembre, presso l’Auditorium G. De Carlo, presentato dal Comitato in collaborazione con il Centro di poesia contemporanea di Catania e il Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Catania.

Cosenza 24 novembre
Presentazione del romanzo Il principino scomparso in collaborazione con la ARETE’ (rete di alcune associazioni con la casa editrice Pellegrini). Autore del romanzo il pastore
avventista Rolando Rizzo originario della provincia di Cosenza, formatosi a Firenze e che attualmente vive a Forlì. Tra i suoi ultimi libri: Cieli tamarri, La comunione dei numeri ultimi e la raccolta di poesie Il nulla e l’incanto. Momenti della serata, coordinata dalla prof.ssa Antonietta Cozza, sono stati il saluto della Presidente, la relazione della prof.ssa Mariuccia Giannicola e l’intervento della prof.ssa Teresina Ciliberti.

Cremona 28 novembre
Da più parti in questa nostra stagione storica, nel Teatro – nell’Editoria – nel Giornalismo, la Poesia di Giacomo Leopardi è al centro di una interessante “ricerca”, che la Scuola dovrebbe valorizzare ampiamente, anche perché non è più una semplice lezione scolastica che si impone, bensì un desiderio di percorsi nuovi e non conosciuti. Nel marzo 2014, Mario Elisei, recanatese e studioso dell’opera e del pensiero di Leopardi, scrive “Il mio amico Leopardi”, che percorre i luoghi del poeta, prendendo le mosse dalla provocazione, enigmatica e curiosa, del critico Francesco De Sanctis, che in “Saggi critici” del 1858 afferma che “Leopardi produce l’effetto contrario a quello che si propone, Non crede al progresso, e te lo fa desiderare, non crede alla libertà, e te la fa amare. Chiama illusione l’amore, la gloria, la virtù, e te ne accende un desiderio inesausto... Ѐ scettico, e ti fa credente”. Nel 2016, Alessandro D’Avenia, uomo di Scuola, porta in scena “L’Arte di essere fragili... Come Leopardi può salvarti la vita” e ammalia i giovani con il Poeta di Recanati, insistendo su queste parole: “Altro che pessimista, il mio Giacomo è stato un romantico rivoluzionario”. Da queste provocazioni è nato il desiderio di “ripensare” alla poesia di Leopardi, con un incontro culturale dal titolo altrettanto fortemente incisivo, tenuto dal prof. Franco Verdi.

Grosseto 1 e 13 dicembre
Tra le iniziative del Comitato si segnalano la conferenza a cura di Antonella Bulgarini dedicata alla “Storia del presepe” arricchita da un’esposizione e l’incontro curato da Angela Baio su I Canti gemelli: primo e secondo del Purgatorio”

La Spezia 23 novembre
Il Comitato ha presentato il libro di Isabella Tedesco Vergano dal titolo Faust era giovane e bello, Poesia e vita di Dino Campana. Sceneggiatura e controcanto con l’introduzione del Presidente Baldi, la lettura poetica di Susanna Salvi, Isabella Tedesco e Angelo Tonelli e l’accompagnamento musicale a cura di Alessandro Cucurnia.

Mondovì 28 novembre
Nell’ambito del secondo ciclo di conferenze autunnali del Comitato, si è tenuto – con il patrocinio del Comune di Mondovì – l’incontro dal titolo “Non è vero se ci credo - pensiero scientifico e antiscientifico nell’ immaginario collettivo”

Pescara 5 dicembre
Il Comitato ha presentato, presso l ’Auditorium del Conservatorio di Musica di Pescara, la consegna XVII edizione dei Premi Internazionali Dante Alighieri Comitato di Pescara, che quest’anno sono andati a Franca Minnucci, attrice, Luca Kleve Ruud, fotoreporter, e Donatella Di Pietrantonio, scrittrice Premio Campiello 2017. Al termine della cerimonia si è esibita l’orchestra del Conservatorio di Alta Musica “Luisa D’Annunzio” nel consueto concerto di chiusura delle attività annuali.

Reggio Emilia 5 dicembre
Il Comitato ha presentato la conferenza dal titolo “La tavola ai tempi di Matilde. Il banchetto come strumento di potere”.

Roma 5 dicembre
Per il ciclo di incontri danteschi sul tema “I poeti di Dante” il prof. Piero Boitani presenta “Stazio”. I canti XXI e XXII del Purgatorio, quelli dell’incontro di Virgilio con Stazio, hanno un’importanza centrale nella Commedia perché illuminano quello che è stato chiamato il preumanesimo di Dante, per la funzione profetica della nascita di Cristo che egli attribuisce ai grandi sapienti dell’antichità. L’incontro tra i due poeti ha momenti di grande intensità e, per quanto riguarda il personaggio di Stazio, va sottolineato il fatto che, avendo portato a termine il suo processo di espiazione e purificazione, si unisce a Virgilio nell’accompagnare Dante fino al Paradiso terrestre. Qui lo ritroveremo mentre assiste all’immersione del Poeta fiorentino nelle acque dell’Eunoè, quando Virgilio è già scomparso.

Rovigo 24 novembre
Antonio Gramsci “ Quaderni del carcere “ note linguistiche e letterarie presentate dal prof. Antonio Lodo. Nell’ottantesimo anniversario dalla morte di Antonio Gramsci il Comitato ha richiamato l’attenzione, attraverso l’intervento del prof. Antonio Lodo, sulle note dei Quaderni del carcere dedicate a considerazioni e giudizi su temi letterari e linguistici. Il tutto inserito in un quadro sulla riflessione storica, politica e culturale del periodo. Le osservazioni su fenomeni e fatti linguistici, ricche di lucide annotazioni e le originali, nonché acute analisi di scrittori, costituiscono capitoli essenziali del generale ripensamento della nostra storia culturale e sociale. Gramsci, modello egli stesso di scrittura, individuando il valore essenziale dell’espressione linguistica e letteraria per il rinnovamento sociale, civile e democratico, offre una lezione ancora largamente attuale.

Salento 3 dicembre
La Dante incontra Tito Schipa a Palazzo Tamborino-Cezzi. Il Comitato ha dato appuntamento a Porta Napoli, sotto l’arco di Trionfo leccese dedicato a Carlo V per intraprendere una passeggiata con visita guidata verso Palazzo Cezzi. Benvenuti a Lecce, “la città più teatrale d’Italia”. Nel caldo colore dorato delle sue sale dagli affreschi pompeiani, nei cortili e nei portici tra merletti, ghirlande, conchiglie e sornioni puttini, un’antica dimora di Terra d’Otranto propone la sua storia, e tante altre storie che le sono intrecciate. Poi nel salone delle feste l’Associazione Orpheo per l’alba di domani ha presentato il libro Tito - Il cantante piccoletto sulla figura del celebre tenore leccese Tito Schipa e ne ha interpretato i maggiori successi con l’accompagnamento di un maestro di pianoforte.

Salerno 29 e 30 novembre, 1 dicembre
Si è tenuta dal 29 novembre al 1 dicembre scorsi la III edizione del festival nazionale “Dante senza frontiere”, promossa dal Comitato in collaborazione con importanti partner istituzionali e culturali presso il convitto nazionale Tasso, con la direzione artistica del prof. Massimo Arcangeli e della Presidente Pina Basile. Il calendario di conferenze dantesche si è arricchito di esibizioni degli studenti, spettacoli teatrali e musicali e un’esposizione personale del maestro Giuseppe Carabetta.

Taranto 27 novembre
In occasione dei 150 anni dalla nascita di Luigi Pirandello il prof. Paolo De Stefano, Presidente Onorario del Comitato, ha tenuto la conferenza sul tema “L’ umanità della maschera” presso il Salone di Rappresentanza della Provincia

Torino 5 dicembre
Si è rinnovato presso la Sala delle Colonne del Municipio di Torino, con il Patrocinio della Città, l’incontro del Comitato con i ragazzi vincitori dell’annuale concorso letterario “Scrivi per noi!” indetto per tutte le scuole di ogni ordine e grado della città, quest’anno alla terza edizione con il titolo “Raccontaci come e quando leggi”. Presentata dal Presidente del Comitato Giovanni Saccani e introdotta dalla Segretaria organizzativa Loretta Del Ponte, la cerimonia si è sviluppeta con la consueta consegna ai vincitori della tessera della Dante e del libro contenente i loro racconti dal titolo I ragazzi scrivono III della casa editrice Paola Caramella.

Verona 24 novembre
Il Comitato ha presentato la conferenza del dott. Massimiliano Traversino di Cristo, ricercatore in Storia del Diritto, dal titolo “Il pensiero politico di Dante: Cangrande, l’impero e la successiva fortuna nell’ età della riforma” con l’intento di analizzare il pensiero politico di Dante alla luce degli eventi storici del Trecento con particolare attenzione all’azione politica e militare di Cangrande e poi nella successiva rilettura della Monarchia in ambito protestante e la condanna da parte cattolica.