Più di 800 eventi, incontri, spettacoli, seminari, presentazioni e dialoghi sulle nuove pratiche di lettura, intese come attività individuale ma anche come atto di condivisione e partecipazione collettiva. Tutto questo e molto altro è “Bookcity Milano”, manifestazione dedicata al libro ed alla lettura, che dal 22 al 25 ottobre interesserà l’intera città meneghina. Anticipata, rispetto agli anni precedenti, per coincidere con il concomitante Expo, l’edizione 2015 coinvolgerà l’intera filiera legata all’editoria ed alla letteratura, con l’obiettivo di promuovere e diffondere capillarmente la lettura e la scrittura attraverso nuove modalità di avvicinamento ai lettori di tutte le età. 

L’inaugurazione, prevista per giovedì 22 ottobre nell’Area ex Ansaldo, vedrà la partecipazione di Isabel Allende, che riceverà dal sindaco di Milano Giuliano Pisapia il “Sigillo della Città” e dialogherà pubblicamente con la giornalista Barbara Stefanelli. All’edizione 2015, particolarmente ricca e dal respiro fortemente internazionale, parteciperanno, tra gli altri, nomi del calibro di Herta Müller, Adrien Bosc, Jeffery Deaver, Amitav Gosh, Joanne Harris, Björn Larsson, Guillaume Long, Luis Sepúlveda, Nassim Taleb, Kim Young Ha, Theodore Zeldin e Walter Siti. La manifestazione si chiuderà domenica 25 ottobre, alle ore 21, al Teatro Franco Parenti con il dialogo tra Claudio Magris e Ferruccio De Bortoli. 

Molto interessante è il progetto “Bookcity Young”, che porterà all’interno del sistema bibliotecario milanese decine di eventi rivolti esclusivamente a bambini e ragazzi. Tra tutti si segnala sicuramente per l’originalità “Maratown”, una camminata di 42 km sotto la guida di Gianni Biondillo, dalla mezzanotte di venerdì alla mezzanotte di sabato, attraverso i quartieri di Milano, con eventi previsti ad ogni tappa. Un piccolo spazio sarà riservato anche a Dante Alighieri grazie alla lettura integrale della Divina Commedia, che sabato 24 ottobre terranno gli studenti del Liceo Classico Cesare Beccaria. “Bookcity Milano”, inoltre, ha in programma diverse iniziative legati all’Esposizione Universale, tra cui il lancio di un “Nuovo Patto” per un futuro sostenibile e la riflessione sullo sviluppo del professor Luciano Carrino.
Come nelle precedenti edizioni, anche quest’anno il cuore della manifestazione sarà il Castello Sforzesco, a cui si affiancheranno, però, quasi 200 spazi della città, tra biblioteche, librerie, luoghi deputati alla lettura e sedi insolite e prestigiose, all’interno delle quali si articoleranno i diversi poli tematici del Festival. All’interno dell’imponente programma di “Bookcity”, ognuno potrà costruirsi il suo personale itinerario, privilegiando la letteratura contemporanea e sperimentale, o riavvicinandosi ai classici come Leopardi, Virginia Woolf, Tolstoj, Cervantes, Majakovskij e Primo Levi, che torneranno a rivivere grazie ai contributi di chi li ha studiati ed amati.
Qui il programma completo della manifestazione.