Il voto della Società Dante Alighieri per l’edizione 2017 del Premio Strega va a Paolo Cognetti, autore del libro Le otto montagne (Einaudi). Lo scrittore è stato il più votato dai circoli di lettura promossi nei Comitati della Dante. 
Dal 2009, in virtù dell’accordo con la Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, la Dante Alighieri è entrata ufficialmente a far parte della giuria del premio letterario italiano più prestigioso attraverso un voto collettivo espresso dai circoli di lettura dei Comitati italiani ed esteri coinvolti nel progetto La Dante al premio Strega. 
A esprimere il loro giudizio sui 12 libri in lizza quest’anno i lettori dei comitati di San Gallo, Norimberga e Lussemburgo, accanto ai soci lettori attivi presso Skopje, Rostov sul Don e Roma partecipanti alla scorsa edizione, affiancati dal comitato di Benevento, in virtù del legame speciale che lega la città al Premio. 
 
Abbiamo intervistato Paolo Cognetti, a cui è stato consegnato nella giornata di martedì 13 giugno un riconoscimento dalle mani del Segretari Generale della Dante Alessandro Masi, alla presenza della Fondazione Bellonci Giovanni Solimine.