Per la rubrica “Le interviste della Dante” abbiamo sentito Giuseppe Antonelli, che oltre a condurre il programma domenicale di Radio 3 “La lingua batte” insegna Storia della lingua italiana all’Università di Cassino, collabora all’inserto “La lettura” del Corriere della Sera ed è autore di diversi bellissimi libri, tra cui l'ultimo “Comunque anche Leopardi diceva le parolacce

A cinquecento anni di distanza dalla morte del grande umanista, la Pinacoteca Ambrosiana ospita la mostra “Aldine di Manuzio”, dedicata ai capolavori stampati nella tipografia veneziana del primo editore moderno

C’è chi vuol portare Dante 'a spasso per il mondo', e c'è chi lo dipinge sul corpo di figuranti anziché sulla tela. Altri lo rappresentano su un muro del quartiere Ostiense di Roma, tra le 'icone' più recenti di Frida Kahlo e Ray Charles (the Genius). Dante Alighieri, 'genio italico', compare nei modi e nei luoghi più imprevedibili e creativi: è stato rappresentato perfino con una maschera da sub. Ecco alcuni dei progetti che ci avete segnalato su #Dantemania.

A margine del Forum degli scrittori italiani e cinesi che ha avuto luogo a Palazzo Firenze il 25 novembre, con la collaborazione della Fondazione Bellonci, organizzatrice del Premio Strega, abbiamo chiesto a tre autori presenti un commento sui loro ultimi progetti editoriali. Alessandro Perissinotto per Piemme con "Le colpe dei padri" e "Coordinate d'oriente"; Giordano Meacci tra gli sceneggiatori de "Non essere cattivo", unico film italiano candidato ai prossimi premi Oscar; Christian Raimo con "Tranquillo Prof" uscito pochi mesi fa con Einaudi.

 

Oggi a Palermo, alle 18, è prevista la cerimonia finale del Premio Letterario Internazionale Mondello, organizzata nell’Auditorium della Società Siciliana per la Storia Patria. I premi delle sezioni Opera italiana, Critica letteraria e Autore straniero sono già stati assegnati a maggio. Il SuperMondello e il Mondello giovani assegnati poco fa a Marco Missiroli per Atti osceni in luogo privato.

Dal 26 al 28 novembre di scena il 42°Convegno nazionale di Studi dannunziani, incentrati sul tema “D’Annunzio e la lingua italiana di oggi”

Viene presentato oggi all’Università della Calabria il secondo dei tre volumi che compongono l’opera “Lessico del cinema italiano

La cattedra di studi italo-americani della Montclair State University ha celebrato il 70° compleanno dell'UNESCO con una conferenza dedicata alle sfide che il nostro paese affronta per mantenere ben 51 siti italiani nella lista del patrimonio mondiale. Un patrimonio che il mondo ci invidia. Dall'America arrivano in molti a visitarlo, non solo per turismo: l'Italia è infatti la prima destinazione dei giovani statunitensi che viaggiano per studiare una lingua diversa dall'inglese. [Il Colosseo è iscritto nella Lista del patrimonio mondiale Unesco dal 1980]

L’edizione statunitense dell’Huffington Post, su iniziativa della San Pellegrino, ha stilato l’elenco delle undici più belle, e altrettanto intraducibili, espressioni italiane.

Una #Dantemania si è diffusa in tutto il mondo e offre ancora occasioni per ricordare Dante Alighieri a 750 anni dalla sua nascita. Dante, si sa, è universale. Sarebbe addirittura "inevitabile", per Ismail Kadarè.

Il padre della lingua italiana è nato in Toscana. Una regione che, con la sua continuità di bellezze paesaggistiche e letterarie, ha dato i natali alle 'tre corone' (Dante, Boccaccio e Petrarca), ma anche a Machiavelli e Ariosto, Giosue Carducci (al quale è intitolato l'omonimo Parco Letterario della Dante) e Mario Tobino, Curzio Malaparte e una notevole serie di nomi più 'giovani'.