“Musei e paesaggi culturali”. È questo il tema alla base della Giornata Internazionale dei Musei, promossa da ICOM ogni anno per valorizzare e promuovere il ruolo dei musei all’interno della società. A partire da mercoledì 18 maggio, infatti, duemila istituzioni culturali in tutto il mondo, celebreranno la giornata con aperture ed eventi pensati per l’occasione. Il tema scelto per l’edizione 2016, invita i musei a diventare istituzioni responsabili dei paesaggi di riferimento, assumendo un ruolo attivo nella loro gestione e manutenzione e accrescendo le proprie competenze sul territorio circostante. Le attività di tutela e valorizzazione dei paesaggi culturali rientra, dunque, a pieno titolo anche nelle necessità dei musei, custodi di oggetti e testimonianze materiali ed immateriali dei territori di provenienza. Sottolineando il legame tra musei e patrimonio culturale, dunque, il tema di quest’anno esalta l'idea del museo come centro territoriale coinvolto attivamente dalle diverse componenti.
I musei, infatti, secondo l’ICOM hanno la possibilità di collaborare in maniera significativa all'amministrazione di un territorio, contribuendo a migliorarne la conoscenza, la tutela e la conservazione.
Numerosissime, come detto, sono le iniziative e le aperture speciali in programma in tutto il mondo. Molto attesa, inoltre, è la presentazione del progetto avviato dal “Google Cultural Institute”, che aprirà le porte della rete a 25 nuovi musei, fra cui 6 istituzioni italiane: il Museo nazionale dell'Automobile di Torino, il Magmart Festival di Napoli, il Museo internazionale delle ceramiche di Faenza, il Museion di Bolzano, il Ravenna Festival e Pergine Spettacolo che si svolge in Trentino Alto Adige. Nello specifico il Museo dell'Automobile di Torino offrirà un percorso virtuale ai visitatori e la possibilità di accedere alla collezione digitale di 50 opere, mentre il Magmart Festival di Napoli permetterà di scoprire il progetto internazionale realizzato per celebrare i 50 anni della videoarte. E ancora guide digitali del Museo internazionale delle Ceramiche di Faenza e del Museion di Bolzano e contenuti speciali del Ravenna Festival.